HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Vendita ex Roxy, Salvatore e Trivisonno: "Va contro la città di Campobasso"

Vendita ex Roxy, Salvatore e Trivisonno: “Va contro la città di Campobasso”

La consigliera regionale del Pd: “La giunta non vuole più realizzare la sede della Giunta regionale qui ma vuole farlo sull’area dell’ex Romagnoli”


CAMPOBASSO. La consigliera regionale Alessandra Salvatore e il consigliere comunale di Campobasso Giose Trivisonno tornano sulla decisione della giunta regionale di mettere in mettere in vendita l’ex Roxy.

“Ieri i lavori del consiglio regionale hanno fatto venir fuori quella che è la reale portata della delibera adottata dalla giunta regionale. Abbiamo presentato due emendamenti rispetto ad una delibera che stabilisce che il Roxy è un rudere valutato sei milioni di euro, che forse verrà acquisito da una società a partecipazione pubblica, che forse verrà destinato a studentato. Tutta una serie di forse” le parole di Salvatore.

“Quel che è certo è che la giunta non vuole più realizzare la sede della giunta regionale qui ma vuole farlo sull’area dell’ex Romagnoli. Abbiamo proposto due emendamenti firmati da tutti i consiglieri di opposizione per chiedere che laddove la procedura di acquisizione di questo edificio per trasformalo in studentato non dovesse andare in porto abbiamo chiesto che il Roxy tornasse tra i beni inalienabili per poterlo poi destinare per fini pubblici o istituzionali”.

“Abbiamo chiesto che il consiglio regionale si esprimesse sul fatto che l’ex romagnoli e l’area non venissero cementificate. I due emendamenti sono stati sonoramente bocciati e quindi le nostre preoccupazioni erano fondate – ha sottolineato la consigliera regionale Alessandra Salvatore – La delibera della giunta regionale ha solo stabilito che il bene è alienabile”.

“Si ipotizza un percorso pieno di se – ha proseguito Giose Trivisonno – Si parla di cementificazione. Io faccio parte del consiglio comunale di Campobasso e il Roxy è in questa città. I consiglieri che oggi dicono che va bene venderlo si esprimevano qualche anno fa sulla non cementificazione dell’area dell’ex Romagnoli, perché Campobasso ha bisogno di verde, e sull’utilizzo pubblico della struttura”.

“Due cose che oggi vengono assolutamente dimenticate dalla giunta regionale, che dice che dialogherà con l’amministrazione comunale. Ma queste cose si fanno prima, in una città che ha bisogno di una ricucitura urbana, di uno spazio che possa essere fruito dai cittadini di Campobasso” ha chiosato Trivisonno.

Enrico Fazio

Più letti

Ambiente Basso Molise, al Cea Fantine piantumazioni di alberi per festeggiare...

“Consapevolizzare i cittadini sulla necessità di invertire la rotta, abbracciando una vita più sostenibile e garantendo un futuro a chi verrà dopo di noi" CAMPOMARINO....
spot_img
spot_img
spot_img