Nella rete dei carabinieri due pugliesi. In auto avevano attrezzi da scasso


TERMOLI. In auto avevano attrezzi da scasso. Con ogni probabilità il loro obiettivo era quello di mettere a segno furti in Molise. È andata male ai due malviventi di Cerignola, finiti nella rete dei carabinieri del Nor di Termoli.

I due, di 32 e 35 anni, sono stati fermati per un controllo sulla Statale 16. Fin da subito i carabinieri hanno notato che entrambi erano parecchio agitati: atteggiamento tipico di chi ha qualcosa da nascondere. Per questo i militari hanno deciso di vederci chiaro.

Grazie alla perquisizione, si è scoperto che in macchina avevano una torcia portatile, un paio di guanti da lavoro e due cacciaviti modificati/alterati verosimilmente al fine di renderli idonei all’apertura ed avviamento di veicoli, che sono stati sottoposti a sequestro penale.

Il 35enne ed il 32enne sono stati nvece deferiti in stato di libertà, dovendo rispondere del reato di concorso in possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli.