HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Degrado nella cappella del Santissimo Sacramento: il Comune di Isernia pronto a...

Degrado nella cappella del Santissimo Sacramento: il Comune di Isernia pronto a fare la sua parte

Lo ha ribadito l’assessore D’Achille rispondendo questa sera in Aula all’interrogazione della consigliera Calenda


ISERNIA. Il Comune di Isernia pronto a fare la sua parte. Lo ha assicurato l’assessore comunale Maria Teresa D’Achille, rispondendo all’interrogazione della consigliera Filomena Calenda, relativa allo stato di degrado in cui versa la cappella del Santissimo Sacramento, di proprietà della Diocesi, all’interno del cimitero.

“Un problema – ha spiegato D’Achille – che persiste oramai da diversi anni e nessuna amministrazione comunale, prima dell’attuale, si era mai cimentata per la risoluzione della questione.

Tanto è vero che l’attuale amministrazione e in modo particolare il dirigente del Terzo Settore di Area Tecnica, con determina n.750 dell’11 agosto ha affidato il servizio tecnico di rilievo con metodologia laser- scanner tutta l’area che ricade nella parte antica, nella quale si trovano anche le cappelle ipogee, per valutare lo stato di fatto e l’origine delle infiltrazioni. Il rilievo è stato effettuato ed è stato consegnato al Comune un documenti grafici e la consegna ufficiale è avvenuta il 9 novembre”.

Non solo. “Il dirigente del Terzo Settore – ha detto ancora l’assessore – ha affidato anche un incarico relativo all’indagine geognostica e sono state eseguite tutte le indagini. Lo studio geologico ha dimostrato la totale assenza di acqua sorgiva al di sotto delle cappelle ipogee. Tutti i documenti prodotti sono presso il Rup dell’Ufficio Tecnico.

Si fa inoltre presente che le letture di questo strumento sono state fatte continueranno ad essere eseguite anche nei prossimi giorni. Inoltre nel mese di ottobre, presso la sede dell’Ufficio Tecnico, si è tenuta una prima riunione interlocutoria, nella quale i tecnici hanno illustrato i risultati di questo rilievo e l’indagine geognostica, alla presenza della sottoscritta e del commissario vescovile per le Confraternite. Nel corso di  questa prima riunione, si è manifestata la volontà da entrambi le parti di stabilire le rispettive competenze allo scopo di realizzare gli interventi necessari per il ripristino del decoro delle aree delle cappelle cimiteriali. Prima non si sarebbe potuto fare, era necessario avere prima un quadro chiaro della situazione. Seguiranno altri incontri per concordare, ciascuno per la sua competenza, quali interventi realizzare”.

Infine, D’Achille ha illustrato i lavori già realizzati e quelli programmati. La consigliera Calenda si è detta soddisfatta della risposta auspicando che ora “dalle parole si passi ai fatti”.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Al ‘Savoia’ l’Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro con la fiaba musicale...

Prosegue con successo la stagione concertistica organizzata dall’Associazione Amici della Musica di Campobasso 'Walter De Angelis' CAMPOBASSO. Prosegue con successo la stagione concertistica organizzata dall’Associazione...