HomeNotizieCRONACADistributore di carburante abusivo: scatta il sequestro della Finanza. Molisano nei guai...

Distributore di carburante abusivo: scatta il sequestro della Finanza. Molisano nei guai (VIDEO)

Il 50enne residente in provincia di Isernia è stato denunciato


CHIETI/ISERNIA. Distributore abusivo: i militari della Guardia di Finanza di Chieti hanno denunciato un 50enne residente a Sant’Angelo del Pesco e hanno sequestrato  4.650 litri di carburante.

L’attività di distribuzione di carburante privo della prevista licenza è stata scoperta dai finanzieri della Compagnia di Lanciano a Villa Santa Maria.

I militari hanno sorpreso un uomo intento a rifornire un’auto con una pistola di erogazione adattata appositamente ad una cisterna collocata su un autocarro leggero.

Oltre a risultare sprovvisto della licenza prevista per gli impianti di distribuzione di carburante il cinquantenne, non è stato in grado di dimostrare la lecita provenienza del carburante commercializzato.

Durante la ricognizione dell’area interessata, i militari hanno rilevato la presenza di quattro cisterne di stoccaggio, dalla capacità complessiva di 70.000 litri (dotate di pistole erogatrici e conta litri digitali), ponendole sotto sequestro unitamente a 4.650 litri di sostanza petrolifera, ad un autocarro leggero, ad un terminale pos per i pagamenti al fornitore del prodotto e ad una banconota da 50 euro appartenente all’incauto ‘cliente’ intento ad ottenere, a buon mercato – diesel euro 1,40 al litro  – il rifornimento.

Il titolare dell’attività è stato denunciato alla procura della Repubblica di Lanciano per i reati di sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sui prodotti energetici e di ricettazione.

Accertamenti sono ancora in corso per accertare l’origine del combustibile venduto illecitamente.

Il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Chieti, colonnello Michele Iadarola, sottolinea come il ricorso alle frodi alle accise arrechi gravi danni alle entrate dello Stato violando le regole sulla libera concorrenza e generando effetti distorsivi sui prezzi a danno degli operatori onesti, nondimeno è il rischio per l’ambiente e la circolazione stradale qualora, i prodotti petroliferi, siano chimicamente alterati.

GUARDA IL VIDEO

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Al ‘Savoia’ l’Orchestra Sinfonica Rossini di Pesaro con la fiaba musicale...

Prosegue con successo la stagione concertistica organizzata dall’Associazione Amici della Musica di Campobasso 'Walter De Angelis' CAMPOBASSO. Prosegue con successo la stagione concertistica organizzata dall’Associazione...