Si rinnova l’antico rito che torna a ripetersi con le emozioni di sempre. Presente il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano


AGNONE. Una tradizione che si perde nella notte dei tempi è che è riuscita ad arrivare ai nostri giorni. Anche quest’anno migliaia di persone hanno raggiunto Agnone da ogni angolo del Molise ma anche da fuori regione per essere presenti alla ‘Ndocciata.

Il corteo di  fuoco e scintille attraversa le vie della cittadina altomolisana, per un rito che torna a ripetersi ogni anno con le emozioni di sempre.

La manifestazione fu ripristinata nei primi anni cinquanta dalla Pro Loco di Agnone che, per incentivare la partecipazione all’iniziativa, organizzò una gara con premi. Da allora  per la ‘Ndocciata è stato un crescendo continuo di imponenza del rito, che ogni anno richiama migliaia di turisti.

Anche quest’anno ad Agnone è arrivato il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano. “Per me – ha detto – Agnone è un luogo dell’anima, dove ritrovo i miei ricordi”. Poi ha sottolineato l’importanza della manifestazione evidenziando che “il fuoco è simbolo della nostra e vostra identità”. “Ad Agnone – ha detto infine – ritrovo le mie radici e sono pronto a lavorare per la valorizzazione di questo territorio”.

GUARDA I VIDEO DELLA DIRETTA