HomeOcchi PuntatiScuola, ecco i bandi di concorso per l'assunzione di oltre 30mila docenti

Scuola, ecco i bandi di concorso per l’assunzione di oltre 30mila docenti

Si selezionano insegnanti per le scuole di ogni ordine e grado. Gli avvisi sul sito del Mim


ROMA. Ci siamo. Dopo tanta attesa sono stati pubblicati sul sito del Ministero dell’Istruzione e del Merito i bandi per la selezione di insegnanti per le scuole di ogni ordine e grado. Tali procedure porteranno all’assunzione in ruolo di oltre 30mila docenti nelle scuole di ogni ordine e grado, così distribuiti: 9.641 posti nella Scuola primaria e dell’infanzia e di 20.575 posti in quella secondaria di primo e di secondo grado. Numeri che potrebbero ancora arricchirsi con un ulteriore contingente di circa 14mila posti ancora da mettere a bando. A riferire le principali notizie i portali di settore come ‘Orizzonte Scuola’ e ‘Skuola.net’.

CANDIDATURE. Per entrambe le procedure, le istanze devono essere presentate dalle ore 14:00 del giorno di pubblicazione del bando (oggi, ndr) sul Portale Unico del reclutamento fino alle ore 23.59 del ventinovesimo giorno successivo a quello di apertura delle candidature, ossia il 9 gennaio 2024.

REQUISITI DI ACCESSO. Le regole transitorie del PNRR consentono di partecipare ai concorsi per la scuola secondaria, oltre che agli abilitati all’insegnamento, anche ai candidati che possiedano il titolo di studio richiesto per la specifica classe di concorso e abbiano maturato almeno 3 anni di servizio nelle istituzioni scolastiche statali negli ultimi 5 anni, di cui almeno 1 nella classe di concorso per cui si concorre, e a coloro che abbiano acquisito i cosiddetti 24 Cfu entro il 31 ottobre 2022.

LE PROVE. Il concorso prevede una prova scritta e una orale. La prima, da svolgere in modalità “computer based”, avrà una durata di 100 minuti e sarà articolata in 50 quesiti a risposta multipla, di cui quaranta sulle conoscenze e competenze in ambito pedagogico, psicopedagogico e didattico-metodologico, 5 sulla lingua inglese e 5 sulle competenze digitali.

La prova orale verterà, invece, sulla disciplina per la quale il candidato partecipa al concorso, oltre che sulle competenze didattiche generali, la capacità di progettazione, l’uso delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali. Ed ecco che viene introdotta così una vera e propria lezione simulata.

“Questi nuovi bandi e le future assunzioni – ha dichiarato Giuseppe Valditara, Ministro dell’Istruzione e del Merito – confermano il nostro convinto proposito, nel quadro degli impegni assunti in sede europea con il PNRR, di valorizzare il ruolo dei docenti, garantendone nuove competenze e la presenza anche nelle aree più disagiate del Paese”.

I BANDI. Infanzia e primaria / Secondaria

Più letti

‘Eva non ha mangiato la mela’, a Isernia l’evento dell’Accademia Italiana...

Il 19 aprile 2024 alle 17.45 nel foyer dell’Auditorium Unità d’Italia la presentazione del volume del professor Giovanni Ballarini ISERNIA. Sarà presentato venerdì 19 aprile...
spot_img
spot_img
spot_img