Si è tenuta questa mattina in Questura a Campobasso, alla presenza delle autorità civili e militari


CAMPOBASSO. Ucciso per aver salvato migliaia di ebrei: si è svolta questa mattina in Questura a Campobasso la cerimonia di commemorazione per l’anniversario della morte di Giovanni Palatucci, ex questore di Fiume, morto nel 1945, all’età di soli 36 anni, nel campo di concentramento di Dachau.

Per le sue gesta è stato insignito della Medaglia d’Oro al Merito Civile alla memoria’ e riconosciuto ‘Giusto tra le Nazioni’, oltre che proclamato ‘Servo di Dio’ dalla Chiesa Cattolica.

Alla cerimonia,  hanno preso parte anche il  prefetto di Campobasso Michela Lattarulo ed altre autorità civili e militari.

È stata rievocata la figura di Giovanni Palatucci “che – è stato sottolineato –  con raro coraggio si oppose al regime nazista e grazie al ruolo ricoperto riuscì a sottrarre alla morte centinaia di ebrei, evitandone la cattura e facendoli estradare nel campo di concentramento di Campagna, in provincia di Salerno, dove furono posti sotto la protezione della Chiesa”.

Le donne e gli uomini della Polizia di Stato della Questura di Campobasso e degli altri Uffici operanti in provincia, anche quest’anno, hanno voluto ricordare le gesta di Giovanni Palatucci “che ha saputo spendersi fino all’ultimo per la giustizia e per il rispetto della dignità umana”.