HomeEVIDENZAScreening oncologici, la ditta non consegna gli inviti. L’Asrem rescinde il contratto...

Screening oncologici, la ditta non consegna gli inviti. L’Asrem rescinde il contratto per inadempienza

A molti cittadini la comunicazione postale non sarebbe mai pervenuta, con conseguenze in termini di prestazioni sanitarie non erogate o effettuate in ritardo. Servizio affidato a un’altra azienda


CAMPOBASSO. Screening oncologici, gli inviti a partecipare alle campagne di prevenzione organizzati dall’Asrem dovevano essere consegnati per posta, ma molti non sarebbero mai arrivati ai cittadini, “determinando una mancata e/o tempestiva erogazione delle corrispondenti prestazioni sanitarie”.

Un grave inadempimento contrattuale, secondo l’Asrem, che con delibera del direttore generale Giovanni Di Santo, controfirmata dal direttore sanitario Bruno Carabellese e dal direttore amministrativo Grazia Matarante, ha formalizzato la rescissione del contratto con la ditta che si era aggiudicata l’appalto, al costo di 85 centesimi per la postalizzazione di ogni singolo invito.

Risoluzione contrattuale “con riserva di ogni possibile azione a tutela degli interessi dell’Asrem, ovvero per il risarcimento dei danni subiti e subendi”.

L’aggiudicazione del servizio, della durata di due anni, prevedeva l’invio di circa 167mila inviti. Contestualmente l’Azienda sanitaria ha proceduto ad affidare il servizio ad una società che aveva partecipato alla gara, effettuata secondo le modalità del Mercato elettronico della pubblica amministrazione, per il completamento dell’attività di screening.

Più letti

Il museo della zampogna

Scapoli, rivoluzione digitale al Museo Internazionale della Zampogna

La struttura ora gode di un'esperienza aumentata e arricchita grazie all'applicazione per smartphone che consente di ascoltare il magico suono di tutti gli strumenti...
spot_img
spot_img
spot_img