La delibera di Giunta comunale volta ad incentivare la ripresa delle attività economiche, specie quelle legate alla recettività


CAMPOBASSO. La Giunta comunale di Campobasso ha deliberato l’istituzione di un’imposta di soggiorno, stabilendo che pernottare in una delle strutture ricettive della città costerà un euro al giorno a persona. Questa decisione è stata presa con una delibera, la numero 32 del 14 febbraio, seguendo quanto stabilito dal Consiglio comunale lo scorso dicembre.

L’obiettivo principale di questa imposta di soggiorno è quello di incentivare la graduale ripresa delle attività economiche, soprattutto quelle legate al turismo e alla recettività. La finalità è migliorare i livelli di manutenzione della città e garantire una maggiore erogazione dei servizi, concentrandosi in particolare su turismo, beni culturali, ambientali e servizi pubblici locali.

La motivazione dietro questa decisione si basa sull’idea che per mantenere o incrementare la presenza turistica nel territorio nel corso degli anni, sia necessario investire nell’ambito turistico stesso. Ciò comporta migliorare e offrire servizi pubblici adeguati, intervenire per la conservazione e il miglioramento del patrimonio artistico e ambientale, nonché organizzare e realizzare eventi culturali. In questo modo, – sostiene l’amministrazione – si mira a rendere la città più attrattiva per i turisti, contribuendo così alla crescita delle attività economiche locali legate al settore turistico e alla recettività.