Nei giorni scorsi è stato ufficializzato l’ingresso nel sodalizio


CAMPOBASSO. Sono trascorsi più di 40 anni dal 1983, anno in cui il presidente provinciale del Coni di Campobasso, Giuseppe Ruffo, consegnò nelle mani del presidente della S.S. Campobasso Calcio Antonio Molinari, in una cerimonia dedicata svoltasi presso l’auditorium del Liceo Classico ‘Mario Pagano’, la “Stella di bronzo al merito sportivo” per la promozione in serie B ottenuta nella stagione precedente.

Un riconoscimento conferito dall’allora presidente del Coni, Franco Carraro, alla società che proprio in quegli anni visse il momento più alto della sua storia, rappresentando non solo il capoluogo di regione ma l’intero Molise e tutto il suo appassionato popolo. Dopo più di 40 anni la sensibilità e la lungimiranza degli attuali vertici rossoblù hanno portato all’interno della grande famiglia ANSMeS il principale sodalizio calcistico cittadino.

Lo scorso 22 febbraio, nella sede societaria presso l’Avicor Stadium, il vicepresidente Nicola Cirrincione e il direttore generale Mario Colalillo hanno ufficializzato l’ingresso nell’associazione dove il Campobasso Football Club farà compagnia a compagini del calibro della Pro Vercelli, Pisa, Torres per citarne alcuni.

“Come ANSMeS Molise è un grandissimo risultato – afferma il presidente regionale Michele Falcione – Tra i nostri soci ci sono diversi calciatori illustri ed era un nostro grande desiderio avere nella nostra famiglia la squadra di calcio che ha raggiunto il punto più alto in termini di risultati nella nostra piccola regione, premiata proprio allora con la Stella di bronzo al merito sportivo per la storica promozione in serie B. Nel ringraziare tutta la dirigenza del Campobasso Football Club auspico che possiamo ritrovarci il 5 maggio tutti insieme per festeggiare la promozione che società, tifosi e l’intera città assolutamente meritano”.