Sanità gratuita e di prossimità: l’annuncio di Gemmato. Il sottosegretario alla Salute all’ex Gemelli e al Cardarelli

Con lui, nella visita alle strutture di Campobasso, il presidente della Regione Francesco Roberti e i parlamentari di Fratelli d’Italia Costanzo Della Porta e Elisabetta Lancellotta. Dall’integrazione pubblico-privato al commissariamento del Molise i temi trattati


CAMPOBASSO. Analizzare “lo stato dell’arte” della sanità in Molise, per accertarne le criticità, risolverle e assicurare cure mediche di qualità e gratuite a tutti i cittadini.

Questo l’obiettivo della visita del sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato, che è stato oggi a Campobasso, in visita prima al Responsible Research Hospital, ex Gemelli e poi all’ospedale ‘Cardarelli’, con tappa al nuovo reparto di Emergenza-urgenza, dove ad accoglierlo c’era il direttore generale dell’Asrem Giovanni Di Santo.

Ad accompagnarlo nella visita il presidente della Regione Francesco Roberti e i parlamentari di Fratelli d’Italia Costanzo Della Porta e Elisabetta Lancellotta, “sempre presenti, in interlocuzione costante al Ministero”, come ha detto lo stesso Gemmato.

“L’obiettivo da raggiungere – ha chiarito il sottosegretario – è quello una sanità di prossimità, accessibile e gratuita. La priorità del Governo Meloni – ha tenuto a specificare Gemmato – è quella di tutelare e garantire la sanità pubblica. Se poi ci sono eccellenze convenzionate che assicurino certezza della cura, questa andranno allo stesso modo supportate”.

Proprio in questa direzione guarda da sempre la Direzione strategica Asrem. Lo stesso Di Santo ha più volte rimarcato l’importanza di una integrazione tra pubblico-privato, ricordando il trinomio con la realtà universitaria. Ad accogliere gli esponenti istituzionali e sanitari, il direttore dell’U.O.C. di Medicina e Chirurgia di Accettazione e di Urgenza, Nicola Rocchia e il direttore sanitario facente funzioni, Gabriele Amicarelli.

Quindi l’annuncio che il Governo studia azioni per archiviare il commissariamento della sanità molisana, “con un decreto Molise o con un intervento strutturale”, la modalità non è ancora definita, anche se “la presenza degli stessi commissari – ha puntualizzato Gemmato – può servire a far uscire il Molise dal commissariamento”.

“Una gradita visita, quella del sottosegretario Gemmato, insieme ai nostri parlamentari Della Porta e Lancellotta – il commento del presidente della Regione Francesco Roberti – Per una sanità di qualità, per tutti i cittadini, è importante che pubblico e privato collaborino, in un’ottica di integrazione indispensabile per assicurare i migliori servizi ai nostri concittadini”.

“A margine degli incontri – ha spiegato e concluso Roberti – ho avuto modo di confrontarmi col sottosegretario Marcello Gemmato, con il quale siamo in piena sintonia per gli obiettivi cui ci siamo prefissati in tema di sanità e lo stesso esponente di Governo ha sottolineato pubblicamente come le attenzioni in favore della sanità molisana siano alte, grazie alle continue sollecitazioni che arrivano negli uffici romani da parte della Regione Molise e dei parlamentari molisani”.