La struttura ora gode di un’esperienza aumentata e arricchita grazie all’applicazione per smartphone che consente di ascoltare il magico suono di tutti gli strumenti esposti


SCAPOLI. Il Museo Internazionale della Zampogna ‘P. Vecchione’ cambia veste. La visita ‘silenziosa’ che finora permetteva soltanto di ammirare le bellezze esposte nelle vetrine, lascia il posto ad una visita multimediale e interattiva che permette anche di poter ascoltare i suoni, le caratteristiche e le curiosità di tutti gli oltre 160 pregiati strumenti esposti tra Zampogne di Scapoli, strumenti nazionali e internazionali. Infatti, grazie ad un importante finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Museo di recente ha cambiato volto, a partire dall’ideazione del nuovo logo, sfruttando le nuove tecnologie utilizzate anche nei più grandi e famosi Musei nazionali.

In seguito ad uno straordinario lavoro di digitalizzazione, gli oltre 160 strumenti nazionali ed internazionali esposti sono disponibili sul nuovo sito web e su un App appositamente sviluppata per dispositivi Android e Apple iOS. D’ora in avanti tutti i visitatori potranno non solo ammirare, ma (finalmente) anche ascoltare il magico suono di tutti gli strumenti esposti utilizzando il proprio smartphone o un tablet a disposizione all’interno del Museo.

Molto soddisfatto il Sindaco Renato Sparacino: “La rivoluzione digitale del Museo della Zampogna possiamo considerarla la ciliegina sulla torta dell’Amministrazione comunale degli ultimi 5 anni, un progetto straordinario fortemente sognato e voluto per dare alla nostra offerta culturale e turistica un ulteriore importante slancio. Mi preme ringraziare la Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministero della Cultura che hanno creduto e investito nel nostro patrimonio culturale, tutti coloro che si sono impegnati e che hanno collaborato alla realizzazione di questo progetto rivoluzionario, in particolare il Consigliere comunale all’innovazione tecnologica Angelo Rufo, ideatore e promotore del progetto, e il Responsabile dell’Ufficio tecnico comunale Geom. Volpe che ha seguito con attenzione e competenza tutto l’iter realizzativo. Il mio invito, quindi, è rivolto ai tanti turisti e appassionati a visitare il nuovo sito web e a scaricare l’App su smartphone e tablet per avere così un primo contatto con le tante novità e poi, ovviamente, a venire nel nostro Museo per poter apprezzare e vivere pienamente la nuova esperienza digitale accompagnata dai suoni delle nostre Zampogne e degli strumenti di ogni parte del mondo”.