I campobassani conquistano il trofeo in un PalaUnimol sold-out. Superato 3-1 il Castelfranco di Sotto: per i laterali rossoblù prova di spessore


TOSCANA GARDEN ARNO CASTELFRANCO DI SOTTO 1

ENERGYTIME SPIKE DEVILS CAMPOBASSO 3

Castelfranco di Sotto: Aliberti 5, Simoni 14, Berberi 1, Nicotra 23, Testagrossa 9, Da Prato 20, Taliani (L); Crescini, Samminiatesi, Ne: Dell’Endice, Ciappelli, Croce e Parentini (L2). All.: Mattioli.

Spike Devils CB: Pacelli 14, Diana 1, Zanni 2, Rescignano 23, Minuti 3, Zanettin 31, Santucci (L); Ferrari, Sulmona. Ne: Del Fra, Masotti, Ceccato, Calcutta e Mottola (L2). All.: Maniscalco.

Arbitri: Mancuso (Salerno) e Villano (Terni).

Note: cartellino giallo per proteste ad Aliberti (Castelfranco di Sotto) sul 19-24 del quarto set. Durata set: 37’, 29’, 33’ e 29’. Castelfranco di Sotto: battute vincenti 2, battue sbagliate 15, muri 8. Campobasso: bv 5, bs 14, m 8.


CAMPOBASSO. Gli EnergyTime Spike Devils Campobasso vanno in Paradiso e vincono la finale della Coppa Italia di serie B maschile superando per 3-1 il Castelfranco di Sotto (PI) al termine di una gara particolarmente intensa.

In un PalaUnimol sold-out dopo il primo punto di Simoni, Rescignano e Zanettin mettono a segno il controsorpasso. Poi il muro a due di Rescignano e Minuti blocca l’opposto Da Prato. Nicotra va a segno, ma Berberi mette a rete il suo servizio. Da Prato impatta a 4 in quella che è la P1 campobassana che porta al sorpasso ospite, ma la Pipe di Pacelli vale il 5 pari. Aliberti va a segno, ma anche Zanettin si fa sentire. Simoni riporta avanti i suoi e sigla anche il +2 (8-6), ma Pacelli riporta sotto i rossoblù e mette a segno anche il punto dell’8 pari. Da Prato riporta avanti i toscani, ma Zanettin da seconda linea è da sentenza. La fortuna aiuta gli audaci e, nello specifico, Pacelli che dai nove metri sigla l’ace del 9-10. Simoni mette in rete il servizio. Da Prato però fa il break del 12-11. Ancora i toscani vanno a segno per il 13-11 con Maniscalco che ci chiede time-out. Nicotra mantiene il margine, ma Zanettin toglie subito i suoi dall’impaccio della P1. Castelfranco spedisce a rete con Aliberti il pallone del pari 14. Rescignano litiga col servizio. Simoni riporta a più due (16-14) Castelfranco, ma un indiavolato Zanettin rende pan per focaccia. Minuti mette fuori il servizio, così come Da Prato che però si riscatta con un attacco da posto uno. Fuggono i toscani sul 19-16, ma Pacelli riporta i suoi. Nicotra va a segno, ma Zanettin non ci sta. Rescignano viene murato da Da Prato e sul 22-18 Maniscalco si gioca il suo secondo time-out. Zanni mette a segno il 20-22. Minuti a muro riporta sotto i rossoblù (22-21), ma Testagrossa in primo tempo salva i suoi. I toscani hanno due set point sul 24-22, ma falliscono il primo e subiscono il muro di Pacelli sul secondo (24-24) con Mattioli che ci chiama time-out. Da Prato regala ai toscani il terzo set point, ma Zanettin lo annulla. Ancora Da Prato va a segno da posto uno, ma Zanettin lo imita e poi regala ai suoi il set point (26-27). Simoni impatta, Rescignano regala il secondo set point a Campobasso. Un’invasione a rete regala il terzo set point ai ‘diavoletti’. Rescignano senza muro dà ai suoi il quarto set point con Castelfranco che spedisce fuori il pallone del 29-31, che manda in visibilio la tribuna campobassana.

Dopo il primo punto toscano nel secondo set, gli Spike Devils vanno avanti complice anche un errore dell’opposto toscano Da Prato. Simoni impatta, ma Zanettin è on fire. Si procede appaiati. Poi Rescignano è murato, ma Zanettin pareggia. I toscani vanno poi sul 7-5, ma Zanettin fa rientrare i campobassani fanno sette pari. Pacelli ci tiene e lo si vede a muro. Rescignano in pipe è portentoso e anche da posto quattro. Castelfranco è sistematica nel cambio palla, Campobasso un po’ meno efficace, ma sui lunghi scambi riesce sempre ad uscire fuori col punto. È il momento delle pipe e delle clavate (Da Prato). Castelfranco dà un primo strappo sul 18-16, ma Campobasso rientra e pareggia con Zanettin a diciannove. Castelfranco va sul 22-20, ma Zanettin e il muro di Pacelli fanno ritornare dentro la contesa Campobasso. Castelfranco ha – come nel primo set – due set point sul 24-22, ma il muro su Zanettin consegna la parità in conto set sul 25-22.