L’assessore regionale Di Lucente ha incontrato imprenditori ed E-distribuzione per mettere a punto un piano d’azione finalizzato a migliorare la qualità del servizio


CAMPOCHIARO. Fare il punto sulle forniture elettriche nella zona al fine di attuare un piano d’azione finalizzato a migliorare la qualità del servizio: questa la finalità del primo incontro tra l’assessorato regionale alle Attività Produttive, gli imprenditori dell’area industriale Campobasso-Bojano ed E-distribuzione.

Nella zona, negli ultimi mesi, sono stati segnalati alcuni abbassamenti di corrente e micro-blackout sia dai singoli imprenditori che dal presidente del Consorzio. Proprio dalla necessità di analizzare la situazione è stata convocata la riunione alla quale ha preso parte E-Distribuzione e durante la quale sono state illustrate le modalità per avviare le interlocuzioni con la società elettrica, la raccolta delle segnalazioni e le verifiche del caso.

“Appena abbiamo ricevuto la segnalazione da parte delle aziende ci siamo subito attivati, grazie anche alla celerità con la quale E-distribuzione ha accolto la richiesta di un confronto – ha spiegato l’assessore regionale alle Attività Produttive Andrea Di Lucente Gli imprenditori hanno illustrato le problematiche che hanno riscontrato. È una questione particolarmente rilevante perché, a catena, sono intere filiere che ne risentono, a cominciare da quelle del gusto”.

Nei prossimi giorni verranno raccolti i dati dalle aziende, che verranno sottoposti ad e-distribuzione, che dopo esami, eventualmente anche con incontri e sopralluoghi, fornirà un riscontro di merito, che potrà essere utile alla comprensione dei fenomeni e alle possibili azioni.

“È stato un confronto necessario – ha detto ancora Di Lucente – perché gli imprenditori si sono resi conto di non essere stati abbandonati a loro stessi e di poter avere nell’assessorato alle Attività Produttive un interlocutore che ascolta e cerca soluzioni. Stiamo lavorando su una serie di iniziative per creare comunità energetiche nei siti industriali e per investire nelle infrastrutture: gli imprenditori devono poter essere messi nelle condizioni di lavorare per poter generare ricchezza”.

L’assessore ha anche ringraziato la celerità di E-distribuzione che si è resa disponibile ad avviare gli approfondimenti del caso.