Il riconoscimento all’enologo Roberto De Stefano e alla sua azienda


VERONA. La Cantina di Remo, presente per l’ottavo anno consecutivo al Vinitaly 2024, ha ricevuto ieri, dalle mani del Ministro per l’Agricoltura Francesco Lollobrigida, il premio ‘Benemeriti della Vitivinicoltura italiana 2024’.

Il riconoscimento, intitolato ad Angelo Betti, ideatore di Vinitaly, viene assegnato fin dal 1973 ai grandi interpreti del mondo enologico italiano, su segnalazione degli assessorati regionali all’agricoltura.

L’assessore alle Politiche agricole e agroalimentari della Regione Molise, Salvatore Micone, sempre al fianco del mondo vitivinicolo molisano, ha voluto segnalare l’enologo Roberto De Stefano per aver contribuito e sostenuto il progresso qualitativo della produzione viticola ed enologica della propria regione.

Roberto De Stefano, nella piccola azienda familiare è enologo, vignaiolo, cantiniere, potatore, imprenditore e, soprattutto, conoscitore di ogni singolo grappolo dei suoi vitigni. In meno di 20 anni d’investimenti produttivi e promozionali, l’azienda ha raggiunto livelli tecnologici e professionali testimoniati da gratificanti riconoscimenti diretti alla “Tintilia Uvanera”.

La passione per il suo lavoro e lo stimolante successo dei suoi prodotti autoctoni hanno dato vita nel 2017 all’impianto di nuovi vigneti di Barbera e Pinot Grigio. Tutto ciò in un’azienda di Ferrazzano.

Una sfida con il territorio, quella di Roberto, che credendo fortemente nel valore territoriale, turistico e commerciale del Molise, si è profuso con successo nella costituzione di una rete umana e professionale tra i colleghi regionali, costituendo il ‘Consorzio di Tutela della Tintilia del Molise’ che riunisce attualmente 26 aziende tra produttori e viticoltori.