L’uomo, un 29enne, è già noto alle forze dell’ordine. Adescava le vittime con la scusa di una foto e dei palloncini


BOLOGNA. Altro che aiutare il commissario Basettoni: in questo caso, Pietro Gambadilegno sarebbe stato fiero. Sabato pomeriggio, i poliziotti delle volanti, impegnati nel consueto servizio di controllo del territorio in centro, hanno notato un ventinovenne romeno a loro già conosciuto, assieme a una connazionale vestita da Minnie, in via Ugo Bassi a Bologna.

L’uomo, che nella circostanza era in ‘borghese’, è solito mascherarsi da Topolino e girovagare in centro per accalappiare famiglie con la scusa di una foto e derubarle. Essendo già noto alle forze dell’ordine, è stato controllato: a suo carico è emerso così un ordine di carcerazione per un cumulo di pene pari a quattro anni, otto mesi e 26 giorni, per furti e rapine commessi a partire dal 2017 in città.

Il 29enne al termine degli accertamenti è stato così arrestato e accompagnato alla Dozza.