Pronto il programma della 41esima edizione dell’evento del 25 e 26 maggio


MONTAQUILA. È uno degli eventi più attesi nell’Alta Valle del Volturno e anche quest’anno torna – il 25 e 26 maggio – l’appuntamento con la Sagra della Frittata di Montaquila, giunta alla 41esima edizione e organizzata dall’associazione PromoSociale Montis Aquilis.

Protagonista indiscussa della sagra sarà la maxi frittata che quest’anno raggiungerà l’incredibile numero di 1985 uova utilizzate per la sua realizzazione.

Preparata a partire dal primo pomeriggio del 25 per essere pronta dopo circa 8 ore di cottura. Nel pomeriggio di domenica 26 maggio la maxi frittata verrà accompagnata lungo le vie del paese da un corteo di Montaquilani in abiti tradizionali, accompagnati dal Gruppo Folk Giuseppe Moffa di Riccia e dalle Maitunate del gruppo Gambafolk.

Le due giornate offriranno come al solito anche tanto altro oltre al lato eno-gastronomico: quella di Montaquila non è una sagra comune, ma una vera e propria celebrazione della primavera, attraverso il richiamo delle tradizioni, del turismo lento, del paesaggio naturale, della cultura rurale di un tempo, degli usi e costumi da rievocare, dell’appartenenza e della musica popolare. Immancabile la presenza della grande musica popolare: il palco dell’evento vedrà protagonisti dalle ore 20:30 di sabato 25, i Briganti dell’Appia Antica guidati da Pierluigi Moschitti un “mostro sacro” della world music del centro Italia.

A seguire gli Elettro Mascarimirì, una gemma della scena world music, capace di brillare non solo nel contesto italiano ma anche internazionale. Questo grazie al sound unico ed originale, il risultato di più di 20 anni di “Tradinnovazione” – l’idea di electro world music per eccellenza creata da Claudio “Cavallo” Giagnotti, musicista produttore salentino dalle origini Rom, leader e fondatore della band dal 1998. Infine, domenica 26 a partire dalle ore 20:30, il concerto di chiusura vedrà l’esibizione de I Trillanti – Tradizione 2.0 gruppo laziale che trae ispirazione dal repertorio di tradizione orale Ciociaro e Italiano. Previsti anche dibattiti e laboratori in collaborazione e con la partecipazione degli alunni delle scuole primaria e secondaria di Montaquila. Infine, due grandi raduni dedicati agli appassionati delle due ruote e delle passeggiate a cavallo, trekking e visite guidate nel centro storico.

Tutte le attività sono su prenotazione. La Sagra e la Frittata Montaquilana da anni attirano l’attenzione di migliaia di visitatori e di tanti esperti del settore culinario ma anche di turismo lento e naturalistico e delle tradizioni popolari. Tra le tante, ultima in ordine di tempo la più prestigiosa rivista culinaria italiana, “Il Gambero Rosso”, ha dedicato due giorni alla celebrazione di una ricetta che, depositata nel 2005 presso la Camera di Commercio di Isernia e codificata dall’Accademia Italiana della Cucina, è registrata con il marchio De.Co dal 25 giugno 2019.

Una manifestazione, che a seguito della verifica dei requisiti da parte del comitato tecnico-scientifico è stata selezionata per la certificazione di Eccellenze Molise 2022 nella categoria Tradizioni. Non fartelo raccontare! Ti aspettiamo per accogliervi alla più grande festa di primavera del Molise! Per restare aggiornati su tutte le novità basta seguire le pagine facebook e instagram dell’Associazione Montis Aquilis.