Comunali a Campobasso, Colagiovanni inaugura la sede e illustra i punti cardine del suo programma per la città (VIDEO)

Rilancio del centro storico e del commercio, maggiore attenzione per le contrade e potenziamento della sicurezza le priorità del candidato dei Popolari per l’Italia


CAMPOBASSO. Rilancio del centro storico e del commercio, maggiore attenzione per le contrade e potenziamento della sicurezza. Sono i punti cardine del programma di Salvatore Colagiovanni, candidato consigliere al Comune di Campobasso nella lista dei Popolari per l’Italia a sostegno dell’aspirante sindaco del centrodestra Aldo De Benedittis. Questa mattina ha inaugurato la sua sede elettorale/infopoint sita in via  XXIV Maggio e ha incontrato la stampa, insieme alla collega consigliera Carla Fasolino. Idee chiare su quelle che sono le reali esigenze del capoluogo di regione.

Insieme ai Popolari, a Carla Fasolino e al candidato sindaco De Benedittis – ha spiegato Colagiovanni – abbiamo cominciato a fissare dei punti programmatici all’interno del programma di coalizione. Abbiamo ritenuto opportuno aprire la sede per informare la popolazione su quali sono realmente le cose che devono cambiare in questa città, anche alla luce della lunga esperienza amministrativa”.

Attenzione per il centro storico che ad avviso di Colagiovanni ha bisogno di una programmazione seria per il suo rilancio “anche attraverso la realizzazione di un albergo diffuso”. E poi il commercio che va assolutamente valorizzato per rivitalizzare l’economica della città. Impegno e proposte per il centro cittadino senza dimenticare le borgate. “Siamo nel terzo millennio, ci occupiamo di intelligenza artificiale – ha detto – ma ancora nelle aree periferiche i cittadini devono fare i conti con i problemi legati alla mancanza di fognature e di marciapiedi. Serve una progettazione seria per le borgate”

Infine le problematiche legate alla sicurezza. “Dire che Campobasso è una città sicura è uno slogan non più veritiero – ha sottolineato l’esponente dei Popolari – Sono diversi gli episodi di violenza che si sono registrati negli ultimi tempi, e questo rappresenta un problema. Penso che la nuova amministrazione, già subito dopo l’insediamento, deve avviare un confronto con il prefetto e le forze dell’ordine per intervenire nell’immediatezza con azioni concrete”.