Presentato il documento che ha l’obiettivo di migliorare la sostenibilità ambientale del capoluogo


CAMPOBASSO. Migliorare la sostenibilità ambientale di Campobasso. Questo il tema al centro del confronto organizzato da Legambiente con i candidati alla carica di sindaco. Incontro ospitato presso lo Spazio Sfuso alla presenza di Marialuisa Forte e Pino Ruta. Assente Aldo De Benedittis, che per impegni precedentemente presi ha richiesto un incontro successivo.

L’iniziativa, intitolata “Ecologia, territorio e vita in comune”, è stata organizzata dal Circolo Legambiente Eugenio Cirese di Campobasso. L’obiettivo dell’evento era presentare le proposte dell’associazione ai candidati alla carica di sindaco di Campobasso e ai candidati consiglieri presenti in sala. Il presidente del Circolo, Paolo Fagliarone, ha introdotto l’evento, ringraziando i partecipanti e sottolineando l’importanza di politiche che vadano oltre il perimetro cittadino. Ha affermato che Campobasso rappresenta un centro di gravità per migliaia di studenti, lavoratori e cittadini in cerca di cure mediche, servizi finanziari, amministrativi, culturali e di intrattenimento provenienti dai paesi circostanti.

Confronto tra i candidati. Durante l’incontro, Marialuisa Forte e Pino Ruta si sono confrontati su diverse tematiche chiave: gestione dei rifiuti, trasporti, vivibilità urbana e spopolamento. Questi argomenti sono particolarmente cari a Legambiente, che ha presentato ai candidati un documento intitolato “Campobasso in cantiere: appunti per una città vivibile e a prova di futuro”.

Le proposte di Legambiente. Il documento contiene suggerimenti cruciali per migliorare la sostenibilità ambientale di Campobasso:

  • Progettazione del verde urbano: Strumento per mitigare gli effetti climatici e promuovere la biodiversità.
  • Riduzione dei rifiuti indifferenziati: Diminuzione della quantità pro-capite di rifiuti mandati in discarica.
  • Collegamento delle aree pedonali: Pedonalizzazione del breve tratto tra villa Flora e via Pietrunto per collegare Corso Vittorio Emanuele e Piazza Pepe.
  • Pianificazione della città a quindici minuti: Promozione degli spostamenti a piedi e potenziamento della rete di trasporto pubblico attualmente sottoutilizzata.
  • Housing sociale ed edilizia agevolata: Ricostituzione delle unità di vicinato originali e garanzia della frequentazione del centro storico

I soci del circolo hanno anche raccolto le idee dei candidati sulla riqualificazione urbana, sugli strumenti urbanistici e finanziari necessari per realizzare i servizi nelle contrade, sulla creazione di parcheggi di scambio a supporto delle aree pedonali e sull’importanza del verde urbano.

L’evento si è rivelato un pomeriggio intenso e appassionato, dedicato alle politiche ambientali e alla pianificazione urbana, dimostrando l’importanza di un confronto costruttivo tra cittadini e amministratori per il futuro di Campobasso.