Antonio D’Alessandro: “Attraverso strategie mirate e investimenti adeguati possiamo rendere il Molise una terra di desiderio e ritorno”


CAMPOBASSO. “Il Molise affronta una sfida demografica critica: la perdita di oltre 22.000 giovani tra i 18 e i 34 anni negli ultimi 20 anni. Questo dato, emerso da un’indagine Istat, non è solo un campanello d’allarme, ma un vero e proprio grido di aiuto”.

Queste le parole di Antonio D’Alessandro, rappresentante della Cisl Molise, che ha sottolineato “l’urgente necessità di politiche attive per incentivare la permanenza e il ritorno dei giovani. Il futuro di una società risiede nelle menti giovani. Non possiamo permettere che il nostro domani svanisca con la loro partenza”.

“La Cisl Molise si impegna a collaborare con le istituzioni locali e nazionali per creare opportunità di lavoro, formazione e crescita personale. È fondamentale sviluppare un ambiente economico e sociale che valorizzi le competenze e le aspirazioni dei giovani. Attraverso strategie mirate e investimenti adeguati, possiamo rendere il Molise una terra di desiderio e ritorno”.

Per contrastare questa tendenza, la Cisl Molise ha proposto: incentivi economici, programmi di incentivi finanziari per giovani lavoratori e imprenditori, inclusi riduzioni fiscali, sovvenzioni e prestiti agevolati; opportunità di formazione e lavoro, investimenti in formazione professionale e universitaria allineata con le esigenze del mercato del lavoro locale; sviluppo di infrastrutture, miglioramento delle infrastrutture di trasporto e tecnologiche per aumentare l’accessibilità e l’attrattività del Molise; promozione del turismo e della cultura locale, valorizzazione delle risorse culturali e naturali per attirare turisti e residenti, generando opportunità di lavoro; supporto all’imprenditorialità giovanile, risorse e supporto per giovani imprenditori, inclusi spazi di coworking e accesso a reti di investitori; politiche abitative, facilitazione dell’accesso all’abitazione per i giovani, tramite edilizia popolare e sussidi per l’affitto; iniziative di coinvolgimento comunitario, eventi che coinvolgano i giovani nella vita comunitaria, rafforzando appartenenza e impegno civico; collaborazioni internazionali, partnership con enti internazionali per creare opportunità di scambio e lavoro all’estero, con prospettive di ritorno arricchiti di esperienza globale.

“La Cisl Molise – ha chiosato Antonio D’Alessandro – invita tutti gli attori sociali a partecipare attivamente in questo sforzo collettivo per assicurare che il Molise sia una terra di opportunità e futuro, non solo un ricordo per i nostri giovani”.