Solo cinque rappresentanti per le opposizioni. La distribuzione delle forze in assise all’esito della vittoria schiacciante di Balice


TERMOLI. Nella città adriatica Balice del centrodestra ha vinto con il 68,75% dei voti pari a 12.144 preferenze mentre le sue liste hanno totalizzato il 69,84% vale a dire 11.894 voti. Al secondo posto si è classificata Manuela Vigilante con 1.952 voti pari al 11,05%. Joe Mileti è giunto terzo 1.617 voti pari al 9,15%. Marcella Stumpo ha totalizzato 786 voti per una percentuale del 4,45%, Andrea Montesanto il 3,67% e infine Daniela Decaro col 2,93%.

Ed ecco che, volendo già dare conto della composizione del nuovo Consiglio comunale, si presenta una maggioranza extralarge con ben 19 seggi. Solo cinque posti per le opposizioni.

Di seguito gli eletti: Mariella Vaino e Angelo Marinucci per i Popolari per l’Italia; Enrico Miele, Vincenzo Sabella, Giuseppe Mottola, Costanzo Pinti per Forza Italia; Annibale Ciarniello, Silvana Ciciola, Salvatore Di Brino, Paola Cecchi, Marco Verini e Alberto Montano per Fratelli d’Italia;  Michele Barile, Nicola Felice e Luana Occhionero per Diritti e Libertà; Michele Cocomazzi e Bruno Fraraccio per la Lega; Francesco Panico e Giuseppe Spezzano per Termoli Insieme; Manuela Vigilante e Oscar Scurti per il Partito Democratico; Joe Mileti e Mario Orlando per Voglia di Termoli; Marcella Stumpo. Resta fuori il M5S.