I carabinieri lo hanno scoperto durante un controllo di routine


CAMPOMARINO. Nel corso di un servizio perlustrativo di controllo del territorio, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia carabinieri di Termoli hanno arrestato in flagranza di reato un 40enne originario della provincia di Foggia, già noto alle forze dell’ordine per precedenti di polizia e penali, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante un controllo di routine mentre l’uomo transitava nel centro di Campomarino alla guida della sua autovettura, i carabinieri, insospettiti dall’evidente nervosismo del soggetto e dalle circostanze di tempo e luogo, hanno proceduto a una perquisizione personale e veicolare. Nel corso dell’operazione, sono stati rinvenuti all’interno del mezzo un panetto di hashish del peso di circa 101 grammi e cinque involucri plastici termosaldati contenenti cocaina per un peso complessivo di circa 43 grammi.

Il materiale rinvenuto è stato sequestrato e sarà sottoposto ad analisi di laboratorio prima di essere depositato presso il competente Ufficio Corpi di Reato. L’uomo, accertata la sua responsabilità penale in relazione al reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, previsto e punito dall’art. 73 del D.P.R. 309/1990, è stato arrestato e tradotto presso la casa circondariale più vicina al luogo del reato, rimanendo a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Larino.

L’arresto è stato convalidato durante l’udienza dinanzi alla competente Autorità Giudiziaria, e al 40enne è stata applicata la misura dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza.

Questa operazione si inserisce in un quadro più ampio di attività in materia di stupefacenti svolte dall’Arma, che evidenziano quanto il problema dello spaccio e dell’uso di droghe sia ancora attuale, soprattutto tra i giovani. È necessaria una costante attenzione per attuare un’efficace azione di prevenzione e repressione.