Foto Caserta Focus

La salma del 59enne residente a Castropignano è stata trasferita presso l’istituto di Medicina Legale di Caserta. Carabinieri al lavoro per ricostruire la dinamica della tragedia


CALVI RISORTA/CASROPIGNANO. Indagini in corso, da parte dei carabinieri di Capua, per ricostruire la dinamica della tragedia costata la vita ad Ignazio Piscopo, il 59enne campano residente a Castropignano, in provincia di Campobasso, che ieri ha perso la vita a seguito dell’incidente stradale accaduto lungo la Statale Casilina, in territorio di Calvi Risorta.

L’uomo era in sella alla sua moto che – per cause ancora in fase di accertamento – ha impattato contro una Peugeot 2008, che procedeva in direzione opposta. L’impatto è stato violentissimo e per il centauro non c’è stato nulla da fare. Al loro arrivo, gli operatori sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso: troppo gravi i traumi riportati nello schianto.

Come riporta Il Mattino, la salma è stata trasferita all’istituto di medicina legale dell’ospedale ‘Sant’Anna e San Sebastiano’ di Caserta, dove sarà sottoposta ai necessari esami autoptici. Ferito anche il conducente dell’autovettura, F.R., 72 anni, di Carinola, che è stato ricoverato all’ospedale di Sessa Aurunca in condizioni non gravi.