L’episodio curato dalla professoressa dell’università di Cambridge Mary Beard è disponibile all’ascolto sul sito dell’emittente britannica


ISERNIA. È uscito il decimo episodio del podcast-documentario di BBC ‘Being Roman’, curato dalla professoressa dell’università di Cambridge Mary Beard. Si tratta della puntata in cui la studiosa racconta della sua visita in aprile presso il Museo Archeologico di Santa Maria delle Monache a Isernia e della storia della stele di Calidio, presente nelle sale del Museo, ritrovamento di straordinaria importanza, anche sotto il profilo enologico, per la presenza della parola ‘vino’ riportata nel testo risalente al I° secolo a.C. 

L’esistenza della stele è nota dal XVII secolo, grazie ad una grossolana trascrizione in una carta conservata nella Biblioteca Comunale di Isernia. Il ritrovamento della lapide e del suo bassorilievo, avvenuta nella zona della Trinità di Macchia d’Isernia, sono stati oggetto di numerosi studi da parte di vari esperti, a mezzo dei quali si è pervenuti alla ricostruzione del testo e del relativo significato.

Lucius Calidius Eroticus commissionò l’insegna per se stesso e sua moglie Fannia Voluptas. I nomi dei defunti suggeriscono una coppia di liberti: un ex schiavo (Erotico) di un L. Calidio, e una donna di nome Voluptas che una volta apparteneva a un membro della gens Fannia. Ma c’è una sorpresa: piuttosto che dilatarsi sulla devozione della coppia l’uno all’altro, sulle virtù di Voluptas come moglie o sulla sua stessa carriera, il defunto Erotico racconta invece una barzelletta, sotto forma di un dialogo tra un oste (caupo) e un viaggiatore che sta saldando i conti prima di partire con il suo mulo.

Questa la descrizione della puntata, tradotta dal sito: “Una pietra incisa, scoperta in un vigneto nel sud Italia, racconta la storia di una coppia di pubblicani – chiamati con gran simpatia Calidius Eroticus e Fannia Voluptas – e delle loro avventure piccanti nel commercio dei pub. I fan di Frankie Howard, dei film Carry On e della sitcom Plebs si sentiranno subito a casa con il senso dell’umorismo romano, ma questi due personaggi hanno molto di più da offrire rispetto a barzellette banali e a un bicchiere di vino scadente: sono la nostra finestra sulla affascinante cultura dei bar dei Romani. La maggior parte dei Romani urbani non aveva né le strutture né il tempo per cucinare il proprio cibo, quindi i pasti venivano consumati e le bevande bevute nei bar. Nuove scoperte a Pompei rivelano la complessa stratificazione della cultura, dai più semplici take-away alle sale da pranzo che imitavano lo stile di vita dei ricchi e famosi”.

Il produttore dell’episodio è Alasdair Cross. Cast: Robert Wilfort e Tyler Cameron- Contributori esperti: Allison Emmerson, Tulane University, Claire Holleran, Exeter University e Sophie Hay, Parco Archeologico di Pompei. Un ringraziamento speciale dalla BBC a Antonio Valerio di Campi Valerio e al Museo Archeologico di Santa Maria delle Monache.

Pietro Ranieri