Nell’ambito delle celebrazioni presentato in anteprima il documentario che ripercorre le ultime fasi della Seconda Guerra Mondiale in basso Molise


LARINO. Si è concluso con un bilancio molto positivo in termini di partecipazione la tre giorni di eventi culturali per la ricorrenza del centenario dalla nascita del benefattore larinese Michele Trivisonno, promossa dalla Fondazione Michelino Trivisonno ETS, impegnata a portare avanti gli insegnamenti e i valori di solidarietà e uguaglianza che hanno sempre animato lo spirito del fondatore nel corso della sua vita.

Lo scorso 17 giugno, proprio nel giorno in cui Michele Trivisonno – scomparso il 24 aprile 2018 – avrebbe compiuto 100 anni, si è tenuta la cerimonia di consegna dei premi agli artisti che hanno partecipato alla I Estemporanea Nazionale di Pittura  sul tema della solidarietà, tenuta l’8 giugno scorso nella splendida cornice del Parco Archeologico di Villa Zappone, sotto la direzione della curatrice Sofya Abalmasova con la partecipazione di 19 artisti, di cui 14 professionisti e 5 amatoriali, provenienti da cinque regioni diverse, e grazie al contributo degli studenti delle scuole medie dell’Istituto Omnicomprensivo di Larino.

Alla manifestazione conclusiva svolta nell’atrio del Palazzo Ducale frentano, sono intervenuti il Presidente della Fondazione Michelino Trvisonno ETS, Andrea Vitiello, e il sindaco di Larino e presidente della Provincia di Campobasso, Pino Puchetti. Entrambi si sono soffermati sul prezioso apporto che la Fondazione operante nel Terzo Settore garantisce alla comunità e alle persone più bisognose e in particolar modo agli anziani non autosufficienti, attraverso diversi progetti già messi in campo e con nuove iniziative che verranno programmate in futuro nell’ambito del welfare, della solidarietà e per la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e archeologico di Larino.

Il 16 giugno scorso è stato inoltre presentato il documentario curato dal giornalista Davide Vitiello  e dalla docente Marina Bucci che attraverso la voce di Michele Trivisonno, ultimo reduce larinese della Seconda Guerra Mondiale, ripercorre la fase conclusiva dei combattimenti avvenuti nell’autunno del 1943 in basso Molise, con lo sbarco delle truppe anglo-americane a Termoli e l’arrivo il 13 ottobre a Larino, accolte dalla popolazione stremata da anni di sofferenze, dalla miseria e dal terrore dei bombardamenti. Il documento è stato donato alla Fondazione con l’obiettivo di contribuire alla valorizzazione della memoria storica della comunità frentana. Nella stessa giornata è stato presentato inoltre il sito internet della Fondazione Michelino Trivisonno curato da Giuliano Maglieri.