I piccoli della scuola dell’Infanzia San Leucio protagonisti di innovativi percorsi didattici


ISERNIA. I bambini e le bambine di 4 e 5 anni, della scuola dell’Infanzia San Leucio (istituto comprensivo Giovanni XXIII), sono stati protagonisti assoluti dei percorsi didattici volti a sviluppare le competenze steam, digitali e d’innovazione, nonché quelle multilinguistiche.

Il laboratorio ‘ludoscienzando’ (piccoli scienziati crescono) per le competenze steam, svolto dalla professoressa Federica Gentilotti e il laboratorio multilinguistico ‘english all around me’ svolto dalla professoressa Roberta D’Ippolito, entrambi in collaborazione con la docente Stefania Cozzolino, hanno riscosso molto entusiasmo e curiosità tra i bambini e i genitori.

Basati su una metodologia partecipativa, dialogica ed esperienziale, hanno offerto a tutti i bambini l’occasione di partecipare attivamente all’apprendimento, favorendo lo sviluppo del pensiero attivo, e la costruzione di un dialogo libero e costruttivo tra pari.

Per quanto riguarda l’apprendimento delle competenze steam, le attività sono state progettate in modo da accompagnare i bambini e le bambine a comprendere il metodo scientifico attraverso l’osservazione e i processi di ricerca-azione, sperimentando la soggettività delle percezioni e sviluppando il pensiero creativo.

Invece, le attività per le competenze multilinguistiche hanno contribuito a sperimentare la pluralità linguistica e a comunicare in altre lingue, rafforzando nel contempo la consapevolezza della propria lingua madre. tutto ciò è stato possibile grazie all’impegno profuso dal dirigente scolastico bruno caccioppoli e di tutte le docenti coinvolte.