Tutto il calendario regione per regione


ROMA. I saldi estivi 2024 stanno per iniziare e molti italiani si preparano a sfruttare le offerte per rinnovare il guardaroba. Per i commercianti, questa è un’opportunità importante per incrementare le vendite. Per i consumatori, invece, di accaparrarsi buone offerte a prezzi vantaggiosi. I saldi estivi inizieranno ufficialmente sabato 6 luglio 2024. In molte regioni, dureranno fino ai primi di settembre. Tuttavia, le province autonome di Trento e Bolzano potrebbero presentare variazioni nelle date e nelle modalità dei saldi.

I commercianti devono esporre chiaramente il prezzo iniziale e la percentuale di sconto accanto a ogni prodotto. I clienti iscritti a programmi di fedeltà potrebbero accedere agli sconti in anteprima. Le informazioni sugli sconti devono essere veritiere nelle comunicazioni pubblicitarie e nei negozi. Gli articoli in saldo devono essere separati da quelli a prezzo pieno.

In caso di prodotto difettoso, il consumatore ha diritto alla sostituzione dell’articolo o al rimborso del prezzo, purché esibisca lo scontrino. È quindi importante conservarlo. I consumatori possono richiedere la sostituzione o il rimborso entro due mesi dalla scoperta del difetto.

La possibilità di restituire un capo è a discrezione del negoziante, a meno che il prodotto non sia difettoso. In tal caso, il negoziante deve riparare o sostituire l’articolo, oppure restituire l’importo pagato. Non vi è obbligo per i negozi di consentire la prova dei capi in saldo; questa decisione spetta al titolare. I pagamenti con carta di credito devono essere sempre accettati.

Gli articoli in saldo devono essere stagionali o di moda, soggetti a rapido deprezzamento se non venduti entro un certo periodo.

Ecco il calendario dei saldi estivi 2024 regione per regione.

  • Abruzzo – I saldi estivi 2024 iniziano il 6 luglio e proseguono per 60 giorni, con vendite promozionali consentite tutto l’anno;
  • Basilicata – I saldi partono il 6 luglio e terminano il 4 settembre, con divieto di promozioni di 30 giorni prima della data di inizio saldi;
  • Calabria – A partire dal 6 luglio per una durata di 60 giorni, con divieto di promozioni 15 giorni prima;
  • Campania – I saldi iniziano il 6 luglio e proseguono per 60 giorni: sono vietate le promozioni 30 giorni prima;
  • Emilia-Romagna – Dal 6 luglio per un periodo di 60 giorni, con divieto di promozioni 30 giorni prima;
  • Friuli Venezia Giulia – Qui le vendite iniziano il 6 luglio e durano 60 giorni: promozioni consentite tutto l’anno;
  • Lazio – A partire dal 6 luglio per sei settimane, con un divieto di promozioni 30 giorni prima;
  • Liguria – I saldi iniziano il 6 luglio e durano fino al 19 agosto, con divieto di promozioni 40 giorni prima;
  • Lombardia – Dal 6 luglio per una durata di 60 giorni, con divieto di promozioni 30 giorni prima:
  • Marche – I saldi partono il 6 luglio e terminano il 1° settembre, vietate le promozioni 30 giorni prima;
  • Molise – Iniziano il 6 luglio e durano 60 giorni, con divieto di promozioni 30 giorni prima e dopo;
  • Piemonte – I saldi estivi iniziano il 6 luglio e finiscono il 31 agosto, con un divieto di promozioni 30 giorni prima;
  • Puglia – Dal 6 luglio al 15 settembre, con divieto di promozioni 15 giorni prima;
  • Sardegna – I saldi iniziano il 6 luglio e durano 60 giorni, con un divieto di promozioni 40 giorni prima;
  • Sicilia – Dal 6 luglio al 15 settembre, con promozioni consentite tutto l’anno;
  • Toscana – I saldi iniziano il 6 luglio e durano 60 giorni, con un divieto di promozioni 30 giorni prima;
  • Umbria – Dal 6 luglio per 60 giorni, con promozioni consentite tutto l’anno;
  • Valle d’Aosta – I saldi estivi iniziano il 6 luglio e finiscono il 30 settembre, con un divieto di promozioni 15 giorni prima;
  • Veneto – Dal 6 luglio al 31 agosto, con divieto di promozioni 30 giorni prima.

Nelle province autonome di Trento e di Bolzano ci sono delle variazioni sulle date dei saldi estivi rispetto al resto d’Italia. Nel dettaglio:

  • Trento e provincia – Saldi per 60 giorni: i commercianti determinano liberamente i periodi.

Per l’Alto Adige, invece:

  • Bolzano, Oltradige e Bassa Atesina: 19 luglio – 16 agosto;
  • Tires, Castelrotto, Renon, Ortisei, S. Cristina, Selva Gardena: 17 agosto – 14 settembre;
  • Merano e Burgraviato: 19 luglio – 16 agosto;
  • Valle Isarco e Alta Valle Isarco: 19 luglio – 16 agosto;
  • Val Pusteria (Brunico, Perca, Valdaora, ecc.): 19 luglio – 16 agosto;
  • Val Pusteria (Marebbe, S. Martino in Badia, ecc.): 18 agosto – 15 settembre;
  • Val Venosta (Curon Venosta, Glorenza, Sluderno, ecc.): 19 luglio – 16 agosto;
  • Val Venosta (Stelvio, Maso Corto, Resia, San Valentino): 17 agosto – 14 settembre.