È una delle novità contenute nel decreto firmato dal ministro dell’Istruzione e del Merito Valditara


ROMA. Un insegnante di italiano ad hoc per supportare gli studenti stranieri. È Questa  una delle novità contenute nel decreto del ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, approvato alcune settimane fa dal Consiglio dei ministri.

Come riporta Tgcom 24, l’articolo 11 del decreto reca Misure per l’integrazione scolastica degli alunni stranieri: dall’anno scolastico 2025/2026, le classi costituite da almeno il 20% di studenti stranieri appena arrivati potranno avere assegnati docenti ad hoc per l’insegnamento dell’italiano. Il primo passo è accertare le competenze linguistiche degli alunni, anche con il supporto dei CPIA (Centri provinciali per l’istruzione degli adulti), poi possono partire i corsi. Il compito del docente sarà quello di dare supporto agli altri insegnanti, affiancando il lavoro della classe con lezioni di potenziamento. 

Il programma però non include tutti gli studenti stranieri presenti nelle scuole italiane. Come specificato dal decreto Valditara, il supporto di un insegnante ad hoc è riservato a coloro che si iscrivono per la prima volta al Sistema nazionale di istruzione e che, appunto, non sono ancora in possesso delle competenze linguistiche di base in lingua italiana.