Il Festival internazionale del folklore si svolgerà giovedì 11 e sabato 12 luglio


BUSSO. Tutto pronto per la sesta edizione di ‘Busso in Folk – Festival Internazionale del Folklore’ che si terrà giovedì 11 e venerdì 12 luglio a Busso.

Dopo il successo degli ultimi anni, l’evento diventato ormai ‘punto di riferimento’ torna con l’intento di far conoscere al pubblico le differenti identità multiculturali – al confronto con le tradizioni e costumi dei gruppi partecipanti – e valorizzare il patrimonio del Molise e delle tradizioni.

Sul palco, per la prima serata, ben cinque gruppi provenienti da nazioni diverse: Messico, Canada, Serbia, Grecia e Italia, quest’ultima rappresentata dagli ‘Zig-Zaghini’ di San Giovanni in Galdo che, da sessanta anni a questa parte, esporta in tutto il Mondo la tradizione e la cultura più autentiche della Regione Molise.

Il tripudio di suoni e colori sarà preceduto da una sfilata, per le strade del paese – a partire dalle ore 20 – alla quale prenderanno parte bambini e ragazzi di Busso che indosseranno gli abiti tradizionali.

Venerdì 12 luglio l’appuntamento è a partire dalle ore 18, alla Cappella ‘Brunetti’, dove si svolgerà uno stage di tamburello con Antonello Iannotta. A seguire, alle ore 19, spazio alla danza con uno stage – della ballerina campana Marta Paperna – di ‘Tammurriata’.

Il clou della serata è previsto alle ore 21:30 con l’esibizione del Gruppo di Musica popolare ‘Ars Nova Napoli’. Una delle band più conosciute e amate nel panorama della musica Nu Folk campana. Tra le proposte una rivisitazione di brani tradizionali e folk d’autore del Sud d’Italia, oltre a composizioni inedite.
Anteponendo il proprio gusto ad ogni convenzione di genere e stile, fanno confluire nel loro sound melodie e sonorità delle musiche mediterranee con le quali sono entrati in contatto.
Le esibizioni dal vivo – grazie ad una presenza scenica forte e al brio con il quale approcciano alla musica – sono la loro dimensione ideale.

Un mix di esecuzioni raffinate si alternano a dirompenti esplosioni di groove, rendendo ogni concerto un evento unico capace di divertire ed emozionare il pubblico di ogni età e paese, rinnovando la funzione di aggregazione sociale, propria della musica popolare.

Durante l’evento, inoltre, saranno presenti stand gastronomici e la ‘Sagra dello Spezzatino’. Per entrambe le serate l’ingresso è gratuito.