Derubata due volte in poche ore: prima a casa, poi al bar

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
[caption id="attachment_11266" align="alignleft" width="250"]Foto archivio Foto archivio[/caption]

ISERNIA. Vigilia di Natale da incubo per una commerciante isernina residente Sant'Agapito. In poche ore, prima le hanno svaligiato casa; poi, anche il bar. I guai, per la donna, iniziano domenica scorsa, 23 dicembre: i ladri prendono di mira una palazzina di tre piani, ognuno dei quali accoglie un’abitazione. Il colpo è fulmineo. In pochi minuti li svaligiano tutti. Al terzo piano, i malviventi si trovano faccia a faccia con il padrone di casa. L’uomo tiene in braccio la figlia, una bimba di pochi mesi.  Vede i malviventi, urla alla moglie di scappare. Uno della banda, pare con  accento straniero, con ogni probabilità rumeno, gli dice di stare calmo, non gli faranno alcun male.  Poi gli svaligia casa sotto gli occhi, portando via denaro e gioielli. Stessa cosa fatta negli altri due appartamenti della palazzina. Uno dei quali appartiene proprio alla sfortunata commerciante, protagonista di una storia che non finisce certo qui. I ladri, secondo le testimonianze, fuggono a bordo di una Passat grigia. Non è dato sapere se siano stati sempre loro a tornare in azione durante la notte. Ma fatto sta che alla donna viene svaligiato il bar, sito in pieno centro a Isernia, in via Libero Testa. I soliti ignoti, stavolta, scardinano la porta con un ‘piede di porco’. Una volta all’interno asportano del tutto la macchinetta cambia monete, utilizzata dagli avventori per cambiare le banconote in spiccioli per le slot machine. I ladri escono dal bar trasportando in tutta fretta la colonnina nei pressi della chiesa Santa Maria Assunta, dall’altra parte della strada.  Ma il trambusto, data l'ora tarda, sveglia un residente che chiama  la polizia. Quando gli agenti arrivano sul posto, dei ladri non c’è traccia. Trovano la macchinetta scassinata: un colpo da poche centinaia di euro. Una magra consolazione per chi ha vissuto sulla propria pelle l’assurdità di un doppio furto in poche ore, a distanza di qualche chilometro.

Pubblicato alle ore 21:42:30

Change privacy settings