Monte Capraro, Monaco: "Ennesimo fallimento, costato 200mila euro"

Monte Capraro, Monaco: "Ennesimo fallimento, costato 200mila euro"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
[caption id="attachment_12708" align="alignleft" width="250"]Antonio Monaco Antonio Monaco[/caption]

CAPRACOTTA. Il sindaco Antonio Vincenzo Monaco critica la decisione assunta da Funivie Molise Spa di non poter aprire, per questa stagione, la pista da scii di Monte Capraro e propone anche una soluzione. "Senza nulla togliere alla perizia dell’esperto incaricato da Funivie Molise S.p.A., questa amministrazione - ha affermato Monaco in una nota - ancora oggi ritiene che con uno sforzo comune, è possibile  aprire gli impianti.  E’ molto semplice, basta chiudere solo il tratto di pista che tanto preoccupa e consentire l’utilizzo della rimanente pista. Si può sciare liberamente a monte e a valle. E’ accaduto tante volte nel passato o per problemi di scarso innevamento o altro. Detto ciò, senza alcuna vena polemica, nel prendere atto della decisione di Funivie Molise S.p.a., senza voler colpevolizzare nessuno, devo purtroppo constatare - ha sottolineato il primo cittadino - che nella nostra Regione registriamo l’ennesimo fallimento di una iniziativa che doveva ridare un minimo respiro ad una economia in grave sofferenza. Tutto è partito dal mese di gennaio 2012, tredici mesi - ha concluso il sindaco - non sono stati sufficienti a far ripartire una stazione di minime dimensioni, dopo aver speso circa 200mila euro di risorse regionali".

Privacy Policy