Idv, Cristiano Di Pietro fa luce sui conti

Idv, Cristiano Di Pietro fa luce sui conti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
[caption id="attachment_14936" align="alignleft" width="250"]Cristiano Di Pietro, consigliere regionale Cristiano Di Pietro, consigliere regionale[/caption]

CAMPOBASSO. Cristiano Di Pietro fa chiarezza sulla questione degli accertamenti fatti dalla Corte dei conti in merito alle spese del gruppo consiliare Idv. Con una cortese missiva, fa una serie di precisazioni al riguardo: "Egregio direttore, le scrivo per chiarire alcuni punti in merito all’articolo intitolato 'Gruppi consiliari, i conti non tornano: Idv e Sel sotto la lente della procura' apparso in data 21/05/2013 sul quotidiano online da lei diretto, in particolare, riguardo al passaggio nel quale si spiega che io avrei presentato una documentazione parziale relativamente alle spese del personale in violazione alla legge n.20 del 1991,  per un importo pari ad euro 30.404,26. A tal proposito mi corre l’obbligo di farle presente che, in realtà, io sono stato l’unico consigliere del Gruppo regionale IdV ad aver presentato la rendicontazione quadrimestrale relativa alle spese del personale così come specificato all’interno della deliberazione della Corte dei Conti, e come si evince dal documento (guarda l'allegato) già depositato presso lo stesso organo amministrativo e nel quale si specifica  dettagliatamente la situazione delle paghe e dei contributi così come richiesto dalla legge regionale. Certo della sua buona fede, ho ritenuto che tali precisazioni fossero necessarie al fine di evitare qualsiasi distorsione della verità che possa risultare lesiva dell’immagine di chi, come me, è abituato ad agire per bene e nel rispetto dei dettami normativi. Resto a sua disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento. Cordialmente".

Cristiano Di Pietro

Ringraziamo  il consigliere regionale Di Pietro per la precisazione e per i toni garbati, che in ambiente politico sono sempre più merce rara. Ci limitiamo solo a dire che l'informazione relativa alla presentazione parziale della documentazione relativa alle spese del personale in violazione di quanto richiesto dall'articolo 8 della legge n.20 del 1991,  per un importo pari ad euro 30.404,26, è espressamente indicata dalla delibera n. 7/2013 della Corte dei conti. 

Pasquale Bartolomeo

Privacy Policy