Droga, arrestati due giovani professionisti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Professionista di Castel di Sangro fermato dai carabinieri per un controllo: dopo aver tradito il proprio nervosismo, il 30enne è stato scoperto con tre bustine di marijuana. In seguito a perquisizione domiciliare, è finito in manette insieme al coinquilino, un 29enne di Isernia: in casa 37 grammi di stupefacenti già pronti per lo smercio e vari attrezzi per il confezionamento

VENAFRO. Due insospettabili professionisti, entrambi incesurati, arrestati per droga. Ieri sera all'altezza di Macchia d'Isernia i carabinieri hanno fermato una Subaru Impresa. Al volante c'era un giovane, originario di Castel di Sangro, residente però a Venafro. Il giovane era visibilmente nervoso e non appena vista la pattuglia ha fatto cadere qualcosa al di fuori dell'abitacolo dell'auto. Dopo un attento controllo, gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto tre bustine di marijuana che hanno fatto scattare un campanello d'allarme. Immediata e conseguente la perquisizione domiciliare per il giovane professionista, nel corso della quale si è scoperto che viveva con un giovane isernino di 29 anni. Nelle stanze dei due ragazzi sono stati trovati 37 grammi di erba già confezionata in sette involucri di cellophane pronti per essere smerciati, un rotolo di carta trasparente, un trita erba, tre piante di canapa indiana, un bilancino di precisione e un barattolo di semi. I giovani, inizialmente denunciati e segnalati alla procura di Isernia per possesso e spaccio di stupefacenti, sono ora in stato d'arresto. Ancora sconosciuto il loro 'giro', secondo gli inquirenti con clienti anche e soprattutto nella cosiddetta 'alta società'. Entrambi gli arrestati prestano servizio presso una nota struttura sanitaria locale. La Compagnia dei carabinieri di Venafro, guidata dal nuovo capitano Giuseppe Fedele, sta approfondendo le indagini.

Change privacy settings