Ferrari sequestrata, nessuna truffa: la verità dell'ex proprietario

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il telaio dell'auto era stato modificato senza che la variazione fosse correttamente riportata sul libretto di circolazione

 

ISERNIA. Eduardo Monni, ex proprietario della Ferrari sequestrata dalla Guardia di Finanza di Isernia, precisa che l'auto da lui venduta al rivenditore isernino era stata precedentemente comprata presso una concessionaria della casa di Maranello nelle stesse condizioni in cui lui l'aveva rivenduta all'isernino. In sostanza non c'è stata nessuna truffa, sostiene Monni, ma un banale errore. Infatti la stessa Ferrari, in precedenza, per motivi tecnici, aveva cambiato il telaio dell'auto, senza però che la variazione fosse poi correttamente riportata sul libretto di circolazione. Nessuna frode e nessuna truffa, solo un disguido che verrà presto rettificato. Monni ci tiene a precisare che il rivenditore isernino che ha acquistato la sua auto non ha alcuna responsabilità nella vicenda.

Change privacy settings