Santa Croce ritirata dai supermercati, l'allarme del Ministero: "Non bevetela"

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Via dagli scaffali dei supermercati a scopo preventivo, anche per volontà della stessa azienda, un lotto in vetro dell'acqua minerale il cui patron è l'imprenditore isernino Camillo Colella


A scopo preventivo e precauzionale, un lotto di acqua minerale Santa Croce è stato ritirato dagli scaffali dei supermercati. Lo ha stabilito il Ministero della Salute con una comunicazione ufficiale di ieri, venerdì 10 agosto, riguardante le bottiglie di vetro da un litro.

Il richiamo riguarda le bottiglie dello stabilimento Sorgente Fiuggino-Canistro, in provincia dell'Aquila, con numero di lotto BL060A10 e data di scadenza marzo 2020. I consumatori sono invitati a evitare di bere l'acqua di quelle bottiglie e a riportarle nel negozio in cui sono state acquistate.

L'acqua potrebbee contenere una presenza consistente di "particelle in sospensione da caratterizzare". Tutti gli altri lotti sono sicuri, hanno precisato dal ministero. La stessa Santa Croce srl - azienda il cui patron è l'imprenditore isernino Camillo Colella, ha disposto in via preventiva e precauzionale il ritiro dal commercio del lotto delle bottiglie.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

 

Change privacy settings