Terremoto, paura senza fine: nuova forte scossa in basso Molise, magnitudo 5.1

Terremoto, paura senza fine: nuova forte scossa in basso Molise, magnitudo 5.1

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Epicentro ancora Montecilfone. Sciame in corso, 'replica' da 4.4 alle 22.22


MONTECILFONE. La terra trema ancora. Alle 20.19, una nuova, fortissima scossa terrorizza la regione. "Peggio dell'altra volta, lunghissima", riferiscono alcuni cittadini dal basso Molise, dove è stata registrata con forza terribile. Le prime testimonianze subito riferiscono di calcinacci caduti e crepe nei muri. Gente in strada ovunque sulla costa, ancora una volta, fuggita dalle proprie abitazioni e dagli alberghi dove si trova per le vacanze.

L'epicentro, secondo i sismologi dell'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, è ancora Montecilfone (a 4 km dal paese), ma la magnitudo è stata di 5.1, superiore a due giorni fa, quando si è registrato un episodio di 4.7 alle 23.48. La profondità, stavolta, è stata di 9 km. Numerosi eventi più lievi - il primo alle 20.26 con magnitudo 2.3, il secondo alle 20.30 con magnitudo 3.0 ed epicentro Guglionesi, seguito da uno più forte, di 3.5, con epicentro Acquaviva Collecroci delle 21.28  - si sono susseguite dopo la grande scossa . Torna così la paura dello sciame, fenomeno tristemente noto in regione. E alle 22.22 nuova forte scossa: 4.4 di magnitudo, ancora con epicentro a 4 km da Montecilfone, sempre a 9 km di profondità.

guglionesi 1Il sisma è stata avvertito distintamente a Guglionesi, Palata, Larino, Tavenna, su tutta la costa molisana e nel Centro-Sud. Una giornata decisamente da dimenticare, per il basso Molise, dopo il maltempo di oggi che messo in ginocchio alcuni comuni vicinissimi all'epicentro del terremoto. Paura anche a Rieti, nei comuni dell'alto Velino - già funestati dal sisma del 2016 - e in Campania. La sala di monitoraggio dell'Osservatorio vesuviano - informa la direttrice, la professoressa Francesca Bianco - è subissata dalle telefonate di cittadini preoccupati. Ampia l'area in cui il sisma è stato avvertito. A Napoli città come nell'entroterra vesuviano, ma anche nelle zone interne dell'Avellinese e del Sannio.

guglionesi 2Sui luoghi più vicini all'epicentro si è subito recato il presidente della Regione, Donato Toma: "I molisani devono recuperare la tranquillità il prima possibile, perché nonostante lo spavento legittimo e la paura, per ora non si registrano che lievi danni e crepe, ma nessun ferito. La Protezione Civile regionale sta coordinando tutto, è all'opera su tutto il territorio e pronta a intervenire e a dare ogni conforto eventuale'', ha dichiarato all'Ansa il governatore.

"Al momento non sono pervenute richieste di soccorso, né segnalazioni di crolli alle sale operative dei vigili del fuoco. Le squadre uscite in ricognizione hanno riscontrato per ora solo la caduta di alcuni cornicioni": lo segnalano i vigili del fuoco in un tweet in relazione al sisma di stasera.

Lievi danni alle case si sono registrati a Palata, dove secondo una prima ricognizione ci sono crepe nei muri e danni interni alle abitazioni.  Tanta paura anche a Campomarino, dove in tanti sono scesi in strada. Per qualcuno, ci sono stati anche dei malori.

Il sindaco di Acquaviva Collecroce, Francesco Troilo, dalla propria pagina Facebook ha reso noto che in paese il campo sportivo è aperto per dormire all'aperto. "Ho necessità urgente di tecnici per stimare le lesioni", scrive il primo cittadino.

(seguono aggiornamenti)

 

Privacy Policy