Forze dell’ordine in azione contro gli ‘sciacalli’ del terremoto

Forze dell’ordine in azione contro gli ‘sciacalli’ del terremoto

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La Polizia, coadiuvata da Carabinieri e Finanza, sta presidiando i centri del basso Molise per scongiurare furti nelle abitazioni lasciate dopo vuote dopo le scosse sismiche che si sono registrate negli ultimi giorni


CAMPOBASSO. Scongiurare l’azione degli ‘sciacalli’ del terremoto e garantire massima sicurezza alle popolazioni molisane colpite dal sisma. Con questo obiettivo il questore di Campobasso Caggegi, di concerto con la prefettura ha pianificato particolareggiati servizi di ordine, sicurezza e soccorso pubblico.

La Polizia di Stato coadiuvata dal comando provinciale dell’Arma e della Guardia di Finanza di Campobasso e con l’ausilio di personale di rinforzo aggregato dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza di Roma (Reparti Mobili/Battaglione Carabinieri e Reparto Prevenzione Crimine di Pescara) sta effettuando servizi di vigilanza e di controllo nei comuni di Montecilfone, Guglionesi, Tavenna, Palata, Larino e Guardialfiera, nell’intero arco temporale delle 24 ore, al fine di reprimere reati contro il patrimonio e la persona - come appunto lo ‘sciacallaggio’ - nelle abitazioni abbandonate dopo il sisma e assicurare il regolare svolgimento delle attività di soccorso e di quelle tecniche in corso.

“Si invita la popolazione colpita dal sisma – fanno sapere dalla questura di Campobasso - a segnalare qualsiasi circostanza sospetta o di pericolo che riguardi la sicurezza pubblica ai numeri di emergenza 113/112 oppure ai dispositivi delle Forze di Polizia presenti sul posto”. 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy