Terremoto, pilastri dei viadotti sotto la lente dell’Anas: al via i controlli ‘by bridge’

Terremoto, pilastri dei viadotti sotto la lente dell’Anas: al via i controlli ‘by bridge’

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il Liscione resterà chiuso alla circolazione veicolare fino alla fine delle verifiche. Intanto, la Commissione nazionale Grandi Rischi invita a non abbassare la guardia. Toma: termineremo nel giro di un paio di giorni. L’onorevole Federico contatta il ministro Toninelli: necessari interventi certi e più risorse. E il ministro Bussetti fa partire un monitoraggio ad hoc sulle scuole



CAMPOBASSO. Le scosse sembrano diminuite, come numero e intensità, ma l’invito è quello di mantenere alta l’attenzione. Si rivolge in questi termini alle istituzioni molisane il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, dopo le scosse di terremoto che hanno colpito la regione il 14 e il 16 agosto scorsi con epicentro nei comuni di Montecilfone, Larino e Guglionesi.

GRANDI RISCHI. Ieri pomeriggio la riunione, a Roma, della Commissione nazionale Grandi Rischi, presieduta dal presidente Gabriele Scarascia Mugnozza, nel corso della quale è stato segnalato che “la sequenza mostra un rapido e progressivo aumento del tasso di sismicità a partire dal 11 agosto”.

angelo borrelliALTA LA GUARDIA. Sottolineato, inoltre, che ''il contesto tettonico non permette di escludere la possibilità di terremoti con magnitudo più elevata''. Sulla base di queste informazioni, riferisce l’AdnKronos, Borrelli ha dato indicazioni alle autorità locali di protezione civile di mantenere elevato il livello di attenzione, dando pieno corso alle attività di prevenzione previste dai piani locali in materia, compresa l'informazione della popolazione da parte degli organismi competenti, sensibilizzando i privati sull'importanza delle verifiche strutturali sugli edifici di proprietà.

Da parte del capo dipartimento, inoltre, l’invito agli enti preposti a raccogliere e a valutare, quanto prima, i dati disponibili sulle verifiche sismiche già effettuate su edifici di interesse pubblico e infrastrutture e, laddove mancassero, a provvedere al più presto al loro completamento.

antonio federicoFEDERICO CONTATTA TONINELLI. Borrelli, nella giornata di oggi, ha interloquito con il deputato dei Cinque Stelle Antonio Federico, che si tiene costantemente aggiornato sulla situazione insieme al resto della delegazione parlamentare. Federico ha anche contattato la segreteria del ministro Danilo Toninelli per parlare della situazione in Molise, in particolare delle difficoltà che vive l'area attorno alla diga e dell'appello contenuto nella lettera che 35 sindaci hanno inviato al Governo proprio in queste ore. Il ministero, riferisce l’onorevole, “è d'accordo sulla linea da seguire: servono interventi certi e maggiori risorse per la messa in sicurezza delle opere esistenti per le quali il Ministero aveva già iniziato una precisa mappatura su tutto il territorio nazionale”.

controlli viadotti 4CONTROLLI 'BY BRIDGE'. Intanto, dalla tarda mattinata sono iniziate le verifiche tecniche e strumentali sui pilastri dei due viadotti che sovrastano l'invaso artificiale della diga del Liscione sulla statale 647 Bifernina, nella zona di Guardialfiera. Come riferisce il presidente della Regione Molise, Donato Toma - accompagnato sui luoghi dall’assessore regionale ai Lavori pubblici, Vincenzo Niro e dal direttore di Dipartimento Giuseppe Giarrusso – i controlli stanno avvenendo con la speciale piattaforma ‘by bridge’, che permette di lavorare in sicurezza con il braccio in negativo, vale a dire dall’alto verso il basso, e di arrivare in punti difficili, se non impossibili, da raggiungere con altri mezzi.

“I lavori – ha osservato Toma - vengono eseguiti sotto la supervisione dei tecnici dell’Anas che, oltre alle indagini sui pilastri del viadotto, stanno procedendo a monitorare anche il manto stradale con apparecchiature sofisticate in grado di rilevare anche piccoli avvallamenti che risulterebbero impercettibili alla semplice indagine visiva. Questo dà la misura del massimo rigore con cui si sta procedendo alle verifiche, e non potrebbe essere altrimenti. I tecnici dell’Anas, che ho incontrato sul cantiere, mi hanno comunicato che nel giro di un paio di giorni i controlli dovrebbero avere temine, per cui il viadotto rimarrà ancora interdetto al traffico veicolare almeno per il tempo necessario all’ultimazione delle operazioni di verifica. Peraltro, continua il monitoraggio anche di altre arterie da parte dei proprietari, Anas e Province”.

controlli viadotti 3“Nelle prime ore della mattinata – prosegue il governatore - abbiamo tenuto un incontro presso la prefettura di Campobasso insieme agli altri soggetti istituzionali del Centro coordinamento soccorsi. Abbiamo fatto il punto della situazione, affinché nulla sia lasciato al caso per quanto riguarda le verifiche sugli edifici pubblici e privati.

So che è difficile parlare – conclude Toma - con chi in questo momento è messo a dura prova. Ma i cittadini molisani delle zone interessate dal sisma devono sapere che stiamo lavorando incessantemente giorno e notte perché, al di là delle condizioni di ricovero temporaneo che siamo riusciti a garantire, possano tornare quanto prima alla normalità. Continueremo, come è avvenuto nei giorni scorsi, a presidiare il territorio, a dare loro testimonianza diretta della nostra vicinanza e del nostro incondizionato sostegno”.

LE SCUOLE. Intanto, il ministro dell'Istruzione Marco Bussetti, a seguito del terremoto in Molise, ha chiesto all’Ufficio scolastico regionale "di attivare un apposito monitoraggio per accertare eventuali danni alle scuole o altre criticità connesse all’avvio del nuovo anno scolastico. Il Miur è pronto a dare tutto il supporto necessario".

Pba

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy