Caporalato, giro di vite dei carabinieri in provincia di Isernia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A Sesto Campano ispezione in un fondo agricolo con 18 bulgari


SESTO CAMPANO. Controlli a tappeto dei carabinieri di Isernia per contrastare il fenomeno del caporalato. Dopo i fatti delle scorse settimane, che hanno visto il Molise tristemente protagonista a seguito dell'incidente in cui hanno perso la vita 12 braccianti che lavoravano, in gran parte, nelle campagne di Campomarino, anche in provincia di Isernia l'Arma si è attivata contro il fenomeno dello sfruttamento di lavoratori di nazionalità straniera.

Il Comando provinciale pentro, infatti, ha predisposto una serie di controlli finalizzati a prevenire e contrastare il fenomeno. In queste ultime ore un mirato servizio è stato eseguito nella zona di Sesto Campano, dove in un fondo agricolo sono state controllate 18 persone, tutte di nazionalità bulgara e residenti in territorio casertano, menre erano intente alla raccolta di fagioli borlotti. Gli operai sono risultati tutti regolarmente assunti a tempo determinato, come anche un furgone con il quale si erano recati sul posto di lavoro. Ulteriori accertamenti sono comunque in corso anche con la preziosa collaborazione di personale dell’Ispettorato del Lavoro di Isernia.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Change privacy settings