Isernia, cibo mal conservato nel furgone: commerciante nei guai

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I carabinieri forestali hanno accertato carenze igienico-sanitarie. Pioggia di denunce e sequestri in provincia a seguito dei controlli eseguiti dall’Arma sul territorio



ISERNIA. Cibo mal conservato nel furgone: è finito perciò nei guai un commerciante fermato per un controllo dai carabinieri forestali di Isernia. Grazie alle verifiche eseguite, si è scoperto che stava trasportando prodotti alimentari in assenza di idonee condizioni igienico-sanitarie. I prodotti venivano conservati nel vano di carico del veicolo senza rispettare i requisiti igienici. Non solo. Il negoziante aveva omesso di comunicare alle Autorità preposte la dichiarazione di inizio attività di trasporto.

Nei confronti del commerciante, dopo le formalità di rito, è stata applicata una sanzione amministrativa. Numerosi poi i controlli che i militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro dell’Arma hanno eseguito nelle sedi delle imprese della provincia. Uno dei titolari delle ditte ispezionate à finito nei guai per una serie di irregolarità che vanno dalla omessa comunicazione di assunzione nei termini di legge, alla installazione abusiva di sistemi di videosorveglianza sul luogo di lavoro, mentre ad un altro titolare di una ditta di edilizia veniva contestato una sanzione amministrativa per omessa comunicazione di assunzione nei termini di legge.

Inoltre, i militari del Nor hanno intercettato un’auto con due persone a bordo che si aggiravano nella zona con fare sospetto. Immediatamente l’auto è stata fermata e sottoposti a controllo gli interessati. L’approfondimento presso la Banca Dati ha permesso di appurare che i due campani erano gravati da numerosi precedenti per reati con il patrimonio. Nei loro confronti è stata perciò formulata in Questura la proposta per l’irrogazione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio e divieto di ritorno nel Comune di Isernia.

Da Isernia all’Alto Molise dove, l’intervento dei militari ha probabilmente mandato all’aria il piano di un concerto ‘da sballo’ di un giovane originario di Campobasso che, nel corso dei festeggiamenti in onore di San Luca a Pescopennataro, alla vista dei militari, evidentemente preoccupato per un eventuale controllo, ha lanciato un contenitore dalle proprie tasche. Il gesto è stato però notato dai militari che lo hanno recuperato, scoprendo che all’interno c’erano alcuni grammi di marijuana. Il giovane è stato inoltre trovato in possesso di un coltello a serramanico di circa 20 cm. Per questo nei suoi confronti è scattata una denuncia a piede libero. 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings