Stabilimento balneare abusivo, la Guardia di finanza appone i sigilli

Stabilimento balneare abusivo, la Guardia di finanza appone i sigilli

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

I gestori di un’attività a Petacciato non avevano pagato la concessione per il biennio 2017-2018. Il lido era già destinatario di un’ordinanza sindacale per motivi di sicurezza


PETACCIATO. Blitz delle Fiamme gialle del Reparto Operativo Aeronavale di Termoli all’interno di uno stabilimento balneare sito nel comune di Petacciato.

Gli agenti della Guardia di finanza hanno apposto i sigilli all’attività, riscontrando da parte dei due gestori il mancato pagamento del canone concessorio per il biennio 2017-2018, verificando altresì l’esistenza di una precedente ordinanza sindacale nei confronti del medesimo stabilimento per motivi di sicurezza.

Ed ecco che l’intera area, estesa oltre 2100 metri quadrati, è stata sottoposta a sequestro preventivo, in violazione dell’articolo 650 del codice penale, unitamente ad un bar e un ristorante di circa 150 metri quadrati complessivi.

La struttura insiste inoltre in area soggetta a vincolo paesaggistico, pertanto i responsabili sono stati denunciati alla competente autorità giudiziaria anche per i reati di “distruzione o deturpamento di bellezze naturali e danneggiamento”.

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy