Isernia, operai in nero nel frantoio: scatta la multa da 27mila euro

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nel corso delle ispezioni i militari del Nas e del Nil hanno accertato anche diverse irregolarità di tipo di amministrativo. I carabinieri forestali hanno denunciato un campano per furto di legna



ISERNIA. Operai in nero e irregolarità amministrative: ammonta a 27mila euro la multa scattata nei confronti del titolare di un’azienda olearia di Isernia finita nel mirino dei carabinieri del Nas e del Nil.

Il controllo nel frantoio è stato eseguito nell’ambito delle verifiche alle attività del settore agricolo, agroalimentare e forestale. I carabinieri hanno eseguito le ispezioni riscontrando l’impiego di lavoratori privi di regolare contratto di lavoro, nonché una serie di violazioni di natura amministrativa. Per questo motivo il titolare dell’azienda è stato sanzionato.

Nei guai anche un campano per furto di legna. L’operazione è stata messa in atto dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Monteroduni, nell’ambito delle attività di tutela del patrimonio forestale e ambientale. La pattuglia a seguito di un controllo effettuato nei giorni scorsi in una località del comune di Castelpizzuto ha constatato che era in corso un vero e proprio taglio boschivo di piante ad alto fusto di cerro. Dagli accertamenti svolti dai militari con l’ausilio di strumenti tecnici è stato accertato che l’impresa boschiva aveva effettuato il taglio su suolo demaniale e in assenza delle previste autorizzazioni. Per il titolare dell’impresa è scattata una denuncia per furto.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Change privacy settings