Baranello, ospitò il 50enne morto improvvisamente: il 33enne torna in carcere

Baranello, ospitò il 50enne morto improvvisamente: il 33enne torna in carcere

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L'uomo era finito in manette a luglio perché trovato in possesso di 62 grammi di cocaina e di 4 di eroina: non avrebbe potuto ricevere visite ma nella sua abitazione, il 26 ottobre, è morto l'amico, commerciante di Bojano. Decesso sul quale si sta indagando.


BOJANO. Aveva ospitato - sebbene non potesse ricevere visite a causa del regime degli arresti domiciliari al quale era sottoposto nella sua abitazione di Baranello - il commerciante 50enne morto improvvisamente e sul cui decesso si sta indagando.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Bojano lo hanno arrestato e portato in carcere a Campobasso in esecuzione di un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale del capoluogo, su richiesta della Procura della Repubblica.

Il 33 enne era stato arrestato dai Carabinieri di Bojano il 23 luglio perché, a seguito di una perquisizione personale e domiciliare, era stato trovato in possesso di 62 grammi di cocaina e di 4 di eroina, nonché dell’armamentario necessario per il confezionamento delle dosi di sostanza stupefacente.

Quindi, per lui, erano scattate le manette con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Nonostante beneficiasse del regime alternativo della detenzione domiciliare, però, il 26 ottobre scorso ha ospitato il 50enne di Bojano che, proprio mentre era nella sua abitazione, ha accusato un malore sulla cui origine la magistratura ha inteso fare luce.

Anche il 50enne avrebbe avuto, in passato, problemi legati alla dipendenza e la ‘strana’ coincidenza della sua morte improvvisa in casa dell’amico arrestato per spaccio ha messo gli inquirenti in allerta.

Proprio per le violazioni del regime di detenzione domiciliare che sono state accertate dai Carabinieri nel corso dei loro controlli quotidiani e prontamente segnalate all’Autorità Giudiziaria, nonché per l’ultimo, tragico, episodio legato al decesso del commerciante di Bojano, i Carabinieri agli ordini del capitano Vincenzo Di Buduo hanno tratto in arresto il 33enne.

La sua posizione potrebbe farsi ancor più grave ove mai dovesse essere accertato qualche legame con la morte improvvisa dell’amico avvenuta nell'abitazione dove era ai domiciliari.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy