Migrante prende a pugni e deruba il titolare di un bar del centro: convalidato l’arresto

Migrante prende a pugni e deruba il titolare di un bar del centro: convalidato l’arresto

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La decisione del Gip del Tribunale di Campobasso, dopo l’interrogatorio. Per la Polizia l’uomo avrebbe potuto aver commesso altri episodi, non denunciati per paura di ritorsioni


CAMPOBASSO. Prende a pugni il titolare di un bar di via Ferrari per sottrargli il computer, convalidato l’arresto del 32enne libico, Ramadam Giuma Mohamed Lashlem, in carcere per rapina, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.

libicoL’uomo dunque resta nel penitenziario di via Cavour, com’è stato deciso dal Gip del Tribunale di Campobasso, a seguito dell’interrogatorio di garanzia a cui il migrante è stato sottoposto. Interrogatorio nel corso del quale gli è stato contestato l’aggravante sulla rapina.

Il richiedente asilo è stato arrestato da una pattuglia della Squadra Volante nel quartiere di Sant’Antonio Abate, dove era fuggito dopo la rapina, con la borsa contenente il pc ‘Apple’ del valore di 2mila rubato.

Ma le successive attività d’indagine condotte dalla polizia giudiziaria inducono a ritenere che il 32enne sia stato l’autore di ulteriori aggressioni a carico di altri giovani di Campobasso, non denunciate per paura di ritorsioni. Da qui la decisione della Polizia di diffonderne la foto, per favorire il riconoscimento da parte di altre vittime, invitate a collaborare con le forze dell’ordine.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy