Trasporto e detenzione di eroina e cocaina, la polizia ferma tre campobassani

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Viaggiavano sulla Bifernina in possesso della droga pronta allo spaccio. Si tratta di due donne ed un uomo, quest’ultimo dipendete Unimol


CAMPOBASSO. Nella mattinata di oggi la polizia di Campobasso ha intercettato sulla strada statale Bifernina, alle porte della città, una Fiat Punto bianca. Gli uomini dell’arma hanno eseguito il controllo dei tre occupanti, due donne S.M classe ‘67 ; M.R classe ‘76 ed un uomo M.M. classe ‘65, riscontrando che gli stessi avevano dei precedenti per uso e spaccio di stupefacenti. Da ciò ne è scaturita la perquisizione dell’auto e l’accompagnamento in Questura per ulteriori accertamenti.

Proprio durante il viaggio sulla volante della Polizia una delle due donne ha cercato di nascondere le dosi di droga sotto il tappetino dell’auto della polizia. Gli agenti hanno immediatamente scoperto il tentativo della donna rinvenendo così 4 involucri di sostanza stupefacente, contenenti 74 grammi di eroina; i 1,30 grammi di cocaina e altri due contenenti 0,47 e 0,38 di eroina.

Inoltre, nl corso della perquisizione personale la polizia ha sequestrato 755 euro dalla borsa di una delle donne (M.R.) probabile provento dell’attività di spaccio. Ciò ha indotto gli agenti a procedere anche alla perquisizione domiciliare, l’una in zona S. Giovanni dei Gelsi, l’altra nel Quartiere CEP, con lo scopo di trovare materiale utile alle indagini.

A casa di una delle due donne, (M.R) è stato rinvenuto e sequestrato un computer di sospetta provenienza furtiva, una carta di credito, due coltelli da cucina sporchi da presumibile sostanza stupefacente, 1 carta bancomat, 1 involucro contenente sostanza stupefacente del tipo eroina per grammi 1,04, un bilancino di precisione e 4 boccette contenenti metadone.

Una donna S.M. veniva tratta in arresto in flagranza di reato per trasporto e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e su disposizione del P.M. di turno, sottoposta agli arresti domiciliari. Denunciata, invece, a piede libero l’altra donna M.R, stessa sorte anche per l’uomo M.M., quest’ultimo dipendente dell ‘università degli Studi del Molise.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Change privacy settings