“Ci hai preso in giro, te la faremo pagare”: due 16enni picchiano un coetaneo al terminal

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Con un tirapugni e un bastone telescopico. I due sono stati individuati dalla Polizia e denunciati alla Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Campobasso. La vittima medicata dal 118


CAMPOBASSO. Picchiano un coetaneo al terminal, denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Campobasso T.A.J. e M.J., entrambi 16 anni, responsabili del reato di porto abusivo di oggetti atti ad offendere, lesioni e minacce.

L’episodio ieri pomeriggio, quando una pattuglia della Squadra Volante è intervenuta nell’autostazione di via Vico, dove era in atto una lite tra ragazzi. 

Gli operatori hanno identificato tutti i giovani presenti ed in particolare un 16enne, che ha dichiarato si essere stato aggredito e picchiato da altri due coetanei, lì presenti, mediante l’uso di un tirapugni e un bastone telescopico. A suo dire le motivazioni dell’aggressione, al vaglio della Polizia, sono riconducibili ad un incontro casuale avvenuto nello scorso mese di agosto, lungo le vie di un piccolo paese dell’hinterland, con i due aggressori che erano stati ‘presi in giro’. Di conseguenza l’attuale vittima avrebbe ‘dovuto pagare’.

Ai poliziotti il ragazzo è apparso molto scosso, preoccupato per la sua incolumità, considerata l’evidente aggressività degli altri due. Sul posto è arrivata quindi un’ambulanza del 118, con i sanitari che hanno diagnosticato le lesioni riportate. Informati immediatamente dell’accaduto i genitori sono arrivati prima sul posto e poi in Questura, per formalizzare la denuncia.

A seguito della descrizione dell’accaduto fatta dalla vittima dell’episodio, ed alla sua collaborazione, gli operatori della Volante sono tornati sul posto dell’aggressione e hanno trovato nella vegetazione un tirapugni utilizzato per commettere il reato. Successivamente i poliziotti sono andati nell’abitazione di uno degli aggressori e durante la perquisione hanno individuato il bastone telescopico, sequestrato in quanto riconosciuto dal giovane denunciante come l’oggetto utilizzato per picchiarlo.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale