Quattro molisani uccisi in Venezuela, è emergenza. La Regione valuta gli interventi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Un tavolo di confronto permanente è stato istituto presso l’assessorato regionale ai Molisani nel Mondo. L’assessore Cotugno si è impegnato a predisporre un atto amministrativo, da portare alla prima riunione del Consiglio regionale


CAMPOBASSO. Emergenza umanitaria in Venezuela, insediato un tavolo permanente di confronto presso l’assessorato regionale ai Molisani nel Mondo.

Soltanto in un anno sono stati 4 i molisani uccisi in Venezuela, com’è stato rimarcato nel corso della riunione, presieduta dal vice presidente della Giunta Regionale, Vincenzo Cotugno, a cui hanno preso parte i sindaci di Monacilioni, Sant’Elia a Pianisi, Toro, Pietracatella e Macchia Valfortore, oltre al vice sindaco di Mirabello Sannitico, a Biagio Brunetti in rappresentanza del Comune di Castropignano, Benedetta Di Bartolomeo per la Caritas di Trivento e una delegazione dell’Associazione padre ‘Giuseppe Tedeschi’ e del direttivo del Comitato Molise Pro Venezuela.

L’assessore Cotugno, dopo aver esaminato le molteplici problematiche di chi è costretto a rientrare a causa del clima di violenza che si è generato in Venezuela, si è impegnato a predisporre un atto amministrativo da portare al primo Consiglio Regionale utile, per definire una serie di misure tese ad agevolare le persone tornate nei paesi d’origine delle loro famiglie. E per sostenere le iniziative umanitarie intraprese dall’Associazione ‘Giuseppe Tedeschi’ e dal Comitato Molise Pro Venezuela, con la spedizione dei farmaci e i progetti ‘Adotta un nonno’, attivati meritoriamente dalla Caritas di Trivento.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings