Isernia, chiude la biglietteria della stazione. Romagnuolo con Izzo: “Duro schiaffo ai molisani”

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Polemiche sulla decisione di Trenitalia di interrompere il servizio e appello all’assessore regionale Vincenzo Niro


ISERNIA. Chiude la biglietteria della stazione di Isernia, il capogruppo regionale della Lega Aida Romagnuolo si dichiara al fianco di Emilio Izzo. Izzo che in un post pubblicato su Facebook ha denunciato “il regalo di fine anno che Trenitalia ha fatto a Isernia, in collaborazione con la Regione, che paga per il servizio e con il silenzio assurdo dell'amministrazione comunale, di una città umiliata nel silenzio più vergognoso e lasciata morire inesorabilmente”.

"Un altro durissimo schiaffo ai cittadini molisani e al territorio pentro – ha dichiarato oggi Romagnuolo - un ingiustificato gesto senza un pur minimo briciolo di umanità. La denuncia di Emilio Izzo, da sempre mente critica delle discrasie, del malessere e dei malumori dei molisani, mi vedono come non mai al suo fianco. Non avere più la biglietteria alla stazione di Isernia, è una grandissima offesa per Isernia e per tutto il Molise, è un fatto e un atto intollerabile e di inaudita gravità che ormai ci pone tra i territori da terzo mondo".

“Mi appello - ha concluso Romagnuolo - all'assessore Niro, persona da sempre sensibile ed umana e come sempre vicina ai problemi dei cittadini, affinché intervenga tempestivamente con i vertici di Trenitalia e risolva questo gravissimo atto di intemperanza verso i molisani”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale