Molise flagellato da bufere di neve, raffiche di vento e temperature polari. Allerta arancione da stasera e fino a domani

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Decine i soccorsi prestati agli automobilisti in difficoltà dai vigili del fuoco, che hanno dovuto ‘liberare’ anche un’autoambulanza diretta al Cardarelli. In azione anche le associazioni di volontariato di Protezione Civile, allertata dalle prefetture. Treni soppressi o in ritardo, strade statali interdette ai mezzi pesanti, camini in fiamme e infissi divelti nei centri della costa


CAMPOBASSO. Una giornata decisamente difficile quella che il Molise intero ha vissuto oggi. Nevicate copiose in Alto Molise: a Capracotta primo ‘record’ stagionale con accumuli di circa un metro di neve causati dal vento gelido che ha imperversato fin dalle prime ore dell’alba. Risveglio imbiancato anche per Isernia e i comuni dell’hinterland , a Campobasso e nei comuni del Molise centrali. Las costa adriatica è stata flagellata da forti raffiche di vento che hanno creato problemi e disagi alla popolazione e alla circolazione dei veicoli. Treni soppressi oppure con ritardi notevoli. E , dopo una breve tregua, è atteso un nuovo peggioramento.

VIGILI DEL FUOCO ALL’OPERA SENZA SOSTA. Diversi gli interventi delle squadre dei Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Campobasso e dei distaccamenti di Termoli e Santa Croce di Magliano, a causa delle avverse condizioni meteo soprattutto per neve e forte vento. Sono stati soccorsi diversi automobilisti in difficoltà a Oratino, Castropignano, Ripalimosani, Campodipietra a Vinchiaturo sulla SP27, un autotreno sulla SS 17 Contrada Coste , un auto articolato a Bojano e sempre sulla SS 17 un Autobus.

A Campobasso soccorsa anche un’ambulanza in difficoltà, intervento che ha permesso al personale sanitario di proseguire e raggiungere l’ospedale. A Matrice, sulla Strada Statale 87 in zona Santa Maria della Strada, un autofurgone, che trasportava latticini, è uscito fuori strada causa fondo stradale ghiacciato.

vvff soccorso termoli 3 gennaio 2019

Incendio di una canna fumaria a Montecilfone, fortunatamente con lievi danni, mentre a Termoli sono state rilevate criticità per le fortissime raffiche di vento che hanno divelto alcuni metri di grondaia metallica dal tetto a terrazzo di uno stabile in Via Asia (nella foto, ndr) e scardinato un infisso di un’abitazione di Via Adriatica con danni ad un’auto parcheggiata sotto l’edificio. Per neve e vento ci sono ancora interventi in corso .

ALLERTA ARANCIONE FINO A DOMANI SERA. Dalla sala operativa della Protezione Civile di Campochiaro il monitoraggio è continuo: ieri dalle Prefetture sono arrivate le richieste di supporto, naturalmente estese alle decine di associazioni di volontari che, come sempre, non hanno fatto mancare il loro prezioso e determinante contributo.

Quando i fenomeni meteorologici annunciati si sono manifestati con bufere di neve soprattutto nell’Alto Molise, su Isernia e provincia e poi, con il passare delle ore anche nel Molise centrale, il coordinamento ha permesso di supportare le forze dell’ordine impegnate sulle strade per prestare soccorso agli automobilisti rimasti in panne nella neve. Le associazioni di volontariato, poi, nella giornata odierna hanno fornito una preziosa collaborazione nei comuni più colpiti dalla sciabolata artica, soprattutto nell’Alto Molise. Stessa cosa è avvenuta sulla costa, dove il freddo tagliente è stato accompagnato da fortissime raffiche di vento che hanno creato non pochi problemi anche alla viabilità.

Al momento la situazione sembra essersi ‘tranquillizzata’ ma da questa notte potrebbe tornare a nevicare copiosamente: le temperature al momento sono già di parecchi gradi sotto lo zero il che creerà, nelle ore notturne, la formazione di ghiaccio sulle arterie cittadine e statali, contrastata con l’ausilio dei mezzi spargisale e degli spartineve. Le forze dell’ordine raccomandano di mettersi in viaggio solo se strettamente necessario e di partire con l’equipaggiamento consono per questa situazione: catene da neve a bordo e pneumatici adatti. Resta in vigore il divieto di transito ai mezzi pesanti superiori a 7 quintali e mezzo, disposto dalle Prefetture di Campobasso e Isernia e in vigore da questa mattina alle 5.

AGRICOLTORI PRONTI A DARE UNA MANO. Nonostante le preoccupazioni causate dal repentino calo delle temperature, pericoloso per le coltivazioni e per gli allevamenti di bestiame, gli agricoltori hanno manifestato la disponibilità ad intervenire con i loro mezzi pesanti sia per sgomberare le strade dagli accumuli di neve che per spargere il sale contro il pericolo del gelo. “In questi casi – ha spiegato il direttore della Coldiretti Molise, Aniello Ascolese - i mezzi agricoli sono un validissimo strumento per consentire la circolazione, specie nelle aree più interne e montane, difficili da raggiungere, evitare l’isolamento di case e aziende e garantire le consegne di prodotti deperibili come ad esempio il latte”.

Coltivazioni invernali a rischio ma anche aumento dei costi di riscaldamento delle produzioni in serra. “Il conto per l’agricoltura – continua il direttore – potrebbe salire in misura esponenziale perché con le temperature di molti gradi al di sotto dello zero, per più giorni, rischiano di essere compromesse anche le colture arboree (frutteti e uliveti, ndr) già decimate a causa dell’ondata di gelo di Burian. Purtroppo – conclude Coldiretti Molise – siamo di fronte all’ ennesima anomalia dopo un 2018 segnato da un andamento climatico estremo con caldo, siccità alternati a violenti temporali e gelo che hanno causato danni di oltre un miliardo e mezzo all’agricoltura”.

LA MOSTRA DI TRIVISONNO CHIUSA ANCHE DOMANI. Dalla Fondazione Molise Cultura fanno sapere che a causa delle condizioni meteorologiche avverse, la mostra “Il segno e il colore” allestita presso il Palazzo Gil in via Gorizia a Campobasso resterà chiusa anche domani ma sabato e domenica sarà fruibile con orari straordinari di apertura al pubblico (dalle 10 alle 19).

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

 

Change privacy settings