Pistola in faccia al detenuto che aveva tentato di evadere: agente sospeso dal servizio

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

La decisione presa dal capo dell’amministrazione penitenziaria. La scena, ripresa da un telefonino davanti al carcere di Campobasso, ha fatto il giro d’Italia


CAMPOBASSO. Punta la pistola in faccia al detenuto riacciuffato dopo il tentativo di evasione, agente di polizia penitenziaria sospeso in via cautelare dal servizio, fino all'esito del procedimento disciplinare. Per lui anche la concessione di un assegno alimentare pari alla metà dello stipendio e degli altri assegni a carattere fisso.

Questa la decisione del capo dell'amministrazione penitenziaria Francesco Basentini, in merito alla questione che ha riguardato l'assistente capo della polizia penitenziaria, che mercoledì scorso ha puntato la pistola d'ordinanza contro un detenuto che aveva provato a fuggire, malgrado l'uomo si fosse già arreso. Una scena ripresa da un telefonino, davanti al carcere di Campobasso, in un video diventato virale e che ha fatto il giro d'Italia. 

"Si è reso opportuno procedere alla sospensione dal servizio dell’assistente capo - questo il contenuto del decreto del capo del Dap - anche prima che sia iniziato o esaurito il procedimento disciplinare, al fine di tutelare immediatamente sia l’ordinato svolgimento dell’attività dell’amministrazione sia il prestigio, l’imparzialità e l’immagine della stessa”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings